Ferrara United, vittoria contro Mezzocorona. Serata da ricordare per il “baby” Francesco Trevisani

Due squadre che, prima della gara di sabato sera, penalizzazione esclusa, si sarebbero affrontate appaiate a quota 17 punti al sesto posto. Il Ferrara United, in una gara animata e dall’alto tenore fisico, vince con merito gestendo il vantaggio per tutti i 60′, toccando anche un massimo vantaggio di 8 lunghezze (14-6). Serata da ricordare per il giovanissimo Under 17 Franscesco Trevisani.

IL MATCH

Coach Lucio Ribaudo opta per uno starting seven composto da Michele Rossi fra i pali, Davide Di Maggio, Veselin Hristov e Ilya Crea sugli esterni, capitan Sgargetta e Giulio Nardo sulle ali e Nerio Zatron a completare in pivot.

L’avvio vede il tentativo immediato del Ferrara United di fare sua la gara. Attacchi veloci e difesa attenta permettono ai locali di portarsi sul 3-1 dopo quattro giri di lancette. Mezzocorona tenta di rimanere aggrappata con le unghie al match ma non riesce e reggere l’urto: capitan Sgargetta, con un azione delle sue, allunga sul 9-5 al 14′ costringendo coach Agostini al suo primo time out. Il rientro in campo non cambia il baricentro della gara: l’United è padrone totale del campo ed allunga sino al 14-6 al 20′, inidirizzando definitivamente il match. Da segnalare nel break di 5-1 post time out ospite, due assist squisiti di Giulio Nardo per il cinico Nerio Zaltron. A riaprire virtualmente la gara sono una serie infinita di esclusioni fischiate ai danni di Ferrara, particolarmente discusse quelle su Hristov e Zaltron, che lasciano l’United in triplice inferiorità numerica sul parquet. Ne approfitta Mezzocorona per chiudere il primo tempo dimezzando lo svantaggio, sul 14-10.

Nella ripresa il canovaccio non cambia: Ferrara detta i ritmi, Mezzocorona rimane appesa ad un filo, ma a debita distanza. Davide Di Maggio, al 5′, riavvicina il massimo vantaggio sparando due missili per il 17-10. +8 ritrovato con Alberino che allunga sino al 20-12 al 37. Non c’è più partita, Mezzocorona tenta la carta del pressing a tutto campo dal 55′ ridimensionando il passivo sino al 30-26 che chiude definitivamente la contesa. Menzione speciale per il “baby” Francesco Trevisani: l’estremo difensore Under 17, convocato dal tecnico Lucio Ribaudo per la prima volta con la prima squadra, entra ad un minuto dalla sirena conclusiva e fa esplodere il “Pala Boschetto” disinnescando, con una grande parata, un contropiede di Moser.

Per il Ferrara United due punti preziosi che avvicinano la quota salvezza. Senza penalizzazione, capitan Sgargetta e compagni sarebbero a soli due punti dalla zona play off. Prossimo impegno, sabato 22 Febbraio in casa del Malo.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi