FIGH A SOSTEGNO DEL MOVIMENTO: VARATA MANOVRA DA 2 MILIONI

Oltre 500mila euro per garantire tasse “zero” alle società aventi diritto alla prossima Serie A1 Maschile – circa 30mila euro cadauna -, oltre 700mila euro per tutti gli altri campionati e le competizioni nazionali, la copertura totale di tutti i campionati giovanili e di area e degli incentivi per favorire lo sviluppo delle attività di base. È una manovra che vale 2 milioni di euro, quella costruita dalla FIGH per fare fronte alle conseguenze della crisi sanitaria Covid-19. Una cifra complessiva interamente ricavata dal bilancio federale con fondi derivanti da una forte Spending Review che riguarderà l’attività delle Squadre Nazionali, il settore arbitrale e più in generale l’intera gestione federale, a partire dagli eventi internazionali e dalle attività di comunicazione.

“Siamo in presenza di una manovra importante – sottolinea il presidente FIGH, Pasquale Loria – che in virtù dell’importo è da considerare senza precedenti, prodotta in totale autonomia con il dichiarato intento di dare una forte spinta al Movimento senza dover preventivamente attendere nuovi finanziamenti che dovrebbero auspicabilmente arrivare dal Governo, ma di cui oggi, momento cruciale per la programmazione della prossima stagione da parte delle associazioni, non se ne ha certezza”.  

La Spending Review imposta dal Covid-19 ha nella sua strutturazione un duplice obiettivo: mettere in sicurezza il Movimento garantendo sostegno a tutti, senza esclusione di nessuno, e non trascurare i programmi di crescita tecnica e di promozione della Pallamano, le Squadre Nazionali e gli eventi internazionali, tutti asset fondamentali del programma federale.

“Oggi la priorità è sostenere i Nostri Affiliati, tutte le oltre 200 associazioni che operano con impegno, passione e sacrificio, garantire la sopravvivenza della pallamano italiana. Oggi abbiamo il solo obiettivo di non lasciare indietro nessuno e nell’ottica di questo imprescindibile caposaldo stiamo lavorando per l’immediato futuro. Resta viva, però, la filosofia di fondo che ci ha guidato e ci guiderà in ogni azione e decisione: “Dare per Fare”. Per questo motivo – prosegue il Presidente – stiamo predisponendo un Vademecum ragionato, articolato, con elementi di flessibilità, ma comunque in linea con l’impostazione strategica che ha caratterizzato il mandato federale di questa Governance pur nei limiti della situazione attuale e delle fasi future di gestione della pandemia”.

“Ci auguriamo come persone e cittadini, prima ancora che come sportivi, che a settembre saremo in “fase 3” e quindi pronti per una ripartenza in condizioni di semi-normalità, al fine di non smantellare l’impianto base dell’attività sportiva nazionale e regionale (di area), i format dei campionati nazionali, i parametri base per le giovanili e gli interventi nel settore scolastico”.  

Per quanto riguarda l’ipotesi di disputare due Final4 per assegnare lo Scudetto assoluto di Serie A1 Maschile e Femminile, purtroppo i tempi e le prescrizioni dei decreti governativi non permetteranno di realizzare quanto ipotizzato lo scorso 5 aprile.

“Ce ne dispiace, avremmo voluto dare un forte segnale di ripartenza a tutto lo Sport italiano, ma purtroppo non sarà possibile. Relativamente all’attività di vertice della Pallamano italiana, ci auguriamo che le società di A1 abbiano la sensibilità di non porsi in maniera antagonista rispetto a tutto il Movimento, assumendo una posizione eticamente responsabile.”  

“In tale direzione – conclude Loria – auspichiamo che contestualmente alla ripresa delle attività, i club di massima serie accelerino il processo di costituzione della Lega, uno step non più differibile in una condivisa e condivisibile logica di crescita complessiva della Pallamano italiana, che troverà nell’attuale Governance un interlocutore attento e proattivo. Non sfugge a nessuno, infatti, che in tutti gli sport di squadra sono le Leghe a promuovere il prodotto campionato, a definire gli strumenti di ripartizione delle risorse ed i correlati meccanismi perequativi. Se ciò dovesse avvenire, potremmo trasformare questa tremenda crisi in una importante opportunità di crescita. Restiamo uniti e guardiamo con positività al futuro, ci diamo appuntamento a settembre per ricominciare a fare”.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi