Flavioni, tra dubbi e certezze

Promozione storica per il Flavioni Civitavecchia che ha chiuso al terzo posto la Final Six disputata lo scorso fine settimana al Pala Santa Filomena di Chieti staccando il pass per la serie A1 femminile 2016/2017. In merito alla prossima stagione il dirigente Mara Bonamano non esita ad affermare… “Nella giornata di giovedì si riunirà il consiglio direttivo per decidere in merito al futuro. I tempi per l’iscrizione al torneo di massima serie sono davvero molto stretti, bisogna decidere quindi in tutta fretta. Ci stiamo già muovendo, la città ci è vicina, speriamo di poter reperire in tutta fretta i fondi necessari per la partecipazione al torneo di serie A1. Ringrazio – prosegue il dirigente Mara Bonamanola pizzeria Tutto Ok di Civitavecchia che ci ha dato una grossa mano in questa stagione e credo che lo farà anche nel futuro. La nostra intenzione comunque è quella di partecipare al campionato di massima serie, sarebbe il giusto premio per tutte le atlete che ben si sono comportate in questa stagione. Naturalmente il nostro obiettivo sarà quello di una tranquilla salvezza”. Promozione dal sapore storico per la formazione allenata da Patrizio Pacifico, autentica sorpresa della Final Six di Chieti“Il salto in massima serie è stata un’autentica sorpresa per tutte, onestamente non credevamo di essere all’altezza delle altre formazioni. Alla fine con grande cuore, tanta corsa e tanta grinta siamo riuscite a centrare il terzo posto che ci è valsa la promozione in serie A1”. In casa laziale ci sarà da risolvere anche il problema relativo al campo di gioco poiché la Tensostruttura “Chiara Grammatic” non è omologata per il torneo di massima serie… “Sotto questo punto di vista – termina il dirigente del Flavioni CivitavecchiaMara Bonamanonon ci sono problemi. A Civitavecchia vi è il Palazzetto dello Sport che è omologato per il campionato di serie A1, abbiamo un ottimo rapporto con la società che gestisce la struttura, non credo ci saranno quindi problemi. Con la collaborazione delle altre società utilizzatrici della struttura credo che alla fine si possa trovare anche uno spazio per i nostri allenamenti e le nostre gare”.

Foto BPE Agenzia Fotografica