FUGA CONVERSANO: PUGLIESI A +5 DALLE INSEGUITRICI IN TESTA ALLA SERIE A BERETTA

Tutti dietro a Conversano. Forse per la prima volta in stagione la Serie A Beretta ha una capolista in fuga: è la squadra di Alessandro Tarafino, che vince, ma che soprattutto beneficia delle concomitanti sconfitte di Ego Siena e Raimond Sassari. Vantaggio di cinque punti sui toscani, che potrebbe ridursi a quattro lunghezze in caso di vittoria sassarese mercoledì contro Bolzano. Ma la sostanza non cambia, perché quattro punti equivalgono a due partite. E non è poco, soprattutto in una Serie A Beretta dai ritmi serrati e piena di colpi ad effetto. La 16^ giornata, la prima del girone di ritorno, non ha fatto eccezione.

Conversano apre il girone di ritorno come aveva chiuso quello di andata: con una vittoria. Che pesa perché in trasferta e perché in rimonta sul campo della Banca Popolare Fondi. Laziali in vantaggio 16-13 dopo la prima metà e avanti fino al 18-17 al 35’. Ma nella ripresa l’aria cambia. Conversano alza il ritmo, rifila un 6-2 perentorio ai padroni di casa e costringe al time-out De Santis. Al rientro in campo i pugliesi conducono 20-18. Fondi resta sul -2 in un paio di passaggi (21-19 e 23-21), poi cede. Altro parziale, stavolta di 6-0. Negli ultimi 11’ segna soltanto Conversano. I mancini Nelson e Rossetto migliori marcatori con sette reti. Finale: 29-21.

Puglia protagonista. Ed è curioso che, seppure indirettamente, l’Acqua&Sapone Junior Fasano tiri la volata proprio ai corregionali conversanesi, rivali di sfide epiche del recente passato. Cammini che s’incrociano e punti conquistati, nel caso dei biancoazzurri. La squadra di Franceschettio Ancona, infatti, si fa corsara e passa con un limpido 30-25 (p.t. 14-13) in casa della Ego Siena, la prima tra le pretendenti al primato. Partita da incorniciare per Fasano: sei reti per Jarlstam e sette per il pivot Franceschetti, col primo allungo degno di nota sul 19-15 al 35’ e un ulteriore sprint sul 22-18 che richiede a Branko Dumnic il time-out. Il cronometro dice 46’. Fasano scappa sul 26-21 al 52’. Troppo timida la reazione senese. Non è sufficiente la giornata di grazia di Pasini, autore di sei reti. Fasano accorcia sul sesto posto, Siena rallenta. E Conversano va in fuga.

Seconda sconfitta consecutiva e terza in campionato per la Raimond Sassari, che dopo lo scivolone di Bressanone cade su un altro campo storico della Serie A Beretta: il Pala Chiarbola, casa di Trieste. Gli alabardati di Oveglia confermano il loro DNA combattivo, rimontano il -4 del primo tempo (15-11) e vincono 26-25. Decide Gianluca Dapiran, MVP e miglior marcatore con otto gol. Ma il suo è l’apice della risalita triestina. Sassari – che nel primo tempo aveva perso Braz per squalifica – segna con Brzic il 25-23 al 53’. Poi, nell’ordine, Hrovatin, Bratkovic e proprio Dapiran. Una reazione che cancella i vantaggi sardi in corso di gara (anche +5) e rendono da incorniciare il sabato in cui Marco Visintin, capitano di Trieste, tocca quota 600 presenze nella massima serie.

Continua il momento no di Bolzano, che fa il paio con la parentesi positiva della Santarelli Cingoli. Tradotto: pareggio al Pala Quaresima, un 27-27 che sta stretto più ai padroni di casa che agli ospiti dopo il 14-12 di fine primo tempo e dopo il 13-7 toccando dai marchigiani al 23’ con Rotaru. Il tour-de-force di recuperi continua a mettere sotto pressione Bolzano, che dopo la sconfitta a Cassano Magnago trema ancora una volta. Non bastano Turkovic e Greganic sugli scudi – sette reti ciascuno – e non basta neanche il massimo vantaggio toccato sul 25-22 al 48’. Sporcic illude i suoi segnando il 27-25 al 55’. Questa volta è Cingoli a temere. Antic e Ladakis pareggiano a 1’30’’ dalla fine. Ci sarebbe tempo per altro, ma non si va oltre un time-out per parte.

Il ritmo di Pressano, intanto, resta elevato. La casella delle vittorie dei trentini va in doppia cifra: sono dieci, merito del 28-25 (p.t. 15-15) in casa dello Sparer Eppan. Partita equilibrata fino alla fine. Parità all’intervallo con Appiano che pareggia con Singer. Massimo vantaggio della squadra allenata da Gagovic in due passaggi, tra il 23-209 al 43’ e il 24-21 al 46’. Protagonista Oberrauch. Ma dall’altro lato c’è la mano esperta di Adriano Di Maggio a firmare la reazione giallonera. Il pari è sul 25-25, in superiorità numerica, è di Folgheraiter (25-25). La sua è solo la prima rete del parziale decisivo, un 4-0 che annulla Eppan. Di Maggio mette la ciliegina sulla torta a 31’’ dalla fine. È 28-25.

Si rifà avanti Bressanone. L’andamento altalenante in stagione degli altoatesini vive un altro picco, il numero sette in stagione. Vittoria larga contro il fanalino di coda Salumificio Riva Molteno. Al Palasport di via del Laghetto giochi chiusi sul 34-19 (p.t. 18-10). Partita di fatto chiusa già dopo il primo quarto d’ora coi brissinesi in vantaggio 11-2. Nei secondi 30’ Bressanone amministra, controlla, gestisce quanto messo in cascina nella prima parte del confronto. Cutura segna più di tutti (7). Per Molteno sabato da archiviare.

Domani alle 16:00 completa il programma della 16^ giornata il match Teamnetwork Albatro – Cassano Magnago, mentre il 3 febbraio occhi puntati su Raimond Sassari e Bolzano. Il recupero tra sardi e altoatesini vale per il girone di andata e concorre perciò a formare il tabellone dei quarti di finale in Coppa Italia.

ORA PARTITA RISULTATO MATCH REPORT
sabato 30 gennaio
h 18:00 Santarelli Cingoli – Bolzano 27-27 Download PDF
h 18:00 Banca Popolare Fondi  – Conversano 21-29 Download PDF
h 18:30 Brixen – Salumificio Riva Molteno 34-19 Download PDF
h 19:00 Trieste – Raimond Sassari 26-25 Download PDF
h 19:00 Sparer Eppan – Pressano 25-28 Download PDF
h 19:00 Ego Siena – Acqua & Sapone Junior Fasano 25-30 Download PDF
domenica 31 gennaio
h 16:00 Teamnetwork Albatro – Cassano Magnago

La classifica attuale con le partite giocate da ciascuna squadra:

Conversano 27 pti (15 partite), Ego Siena 22 (15), Raimond Sassari 21 (14), Pressano 20 (15), Bolzano 18 (14), Cassano Magnago 17 (14), Acqua&Sapone Junior Fasano 16 (15), Brixen 15 (15), Trieste 14 (15), Alperia Merano 13 (14), Sparer Eppan 13 (15), Santarelli Cingoli 9 (15), Teamnetwork Albatro 7 (14), Banca Popolare Fondi 6 (15), Salumificio Riva Molteno 2 (15)

(foto: Vanni Caputo)

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi