Ghedin: “Fasano favorito ma la concorrenza è agguerrita”

Manca poco ormai all’inizio delle danze. Il campionato di A1 maschile si aprirà ufficialmente tra otto giorni (il via è previsto per sabato 24 Settembre ndr) ed ai nastri di partenza ci saranno tante squadre che, come sempre, lotteranno per il raggiungimento dei propri obiettivi. Tra queste c’è il Malo. La passata stagione la squadra non riuscì a salvare la categoria ma, grazie al ripescaggio, ha la possibilità di riprovarci. L’allenatore Fabrizio Ghedin, subentrato a Vanja Kralj a metà del campionato scorso, ha fatto tesoro dei primi sei mesi di lavoro e questa volta non vuol fallire l’obiettivo salvezza. Raggiunto dalla nostra Redazione, il tecnico ha fatto il punto sulla preparazione: “Tutto procede secondo i piani, stiamo disputando diverse amichevoli ed il rendimento sta risentendo un po’ dei carichi di lavoro. La nostra è una formazione giovane ma stiamo lavorando tanto, con il tempo cresceremo di condizione. Io ci tengo a ribadire che per quanto ci riguarda dovremo armarci tutti di pazienza, nonostante l’entusiasmo bisogna aspettare per avere i risultati migliori. In ogni caso – prosegue il tecnico – la nostra filosofia è di lanciare i giovani e di far crescere i talenti che abbiamo a disposizione”. Sul prossimo campionato di A1, Ghedin ha detto la sua: “Di recente abbiamo affrontato Bolzano, Fasano, Carpi e Siracusa: sicuramente i pugliesi restano la squadra da battere e con l’innesto di Radovcic si sono ulteriormente rinforzati. Dovranno, però, fare a meno di alcuni giocatori e la concorrenza alle loro spalle sarà agguerrita. Subito dietro vedo Bolzano perché, se da un lato hanno perso giocatori che permettevano un rendimento più costante nell’immediato, hanno preso tanti atleti giovani di ottimo livello, nel giro della Nazionale e della massima serie ormai già da tempo. Siracusa ha fatto un ottimo mercato e reciterà un ruolo da protagonista così come il Romagna, la favorita del girone B”. E la sorpresa? “Carpi. Molti potrebbero storcere il naso però mi ha fatto un’ottima impressione quando l’abbiamo affrontato di recente e, nonostante la rivoluzione del roster, credo che il valore non sia diminuito. I nuovi acquisti hanno tanta fame di dimostrare il proprio valore e quando ci sono voglia e motivazioni si possono ottenere grandi risultati. Chiudo aggiungendo alla lista anche Merano e Pressano, in tanti ne parlano bene ed io mi aggiungo al coro. Quello che è certo è che ci sarà da divertirsi come sempre anche per quanto concerne la lotta salvezza che, per ora, ci riguarderà da vicino”.

(foto by www.handballmalo.com)

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi