H.C. Darwin Mascalucia, vittoria a sorpresa sul campo del Kelona

L’H.C. Mascalucia che non t’aspetti fa ancora bottino pieno e in casa dell’imbattuta Kelona Palermo conquista la quarta vittoria stagionale e riaggangia il primo posto nella serie A2 maschile di pallamano. Un 32 a 28 che non ammette repliche con i catanesi del patron Sergio Pagano capaci di dare un bel calcio alla sfortuna e, seppur in formazione assai rimaneggiata, riescono lo stesso ad imporre il proprio gioco in casa della favorita numero uno al ritorno nella massima serie nazionale. “E’ una vittoria che vogliamo dedicare ai cinque compagni infortunati – esordisce così il centrale Gianluca Corsico, grande protagonista del match. Oggi abbiamo disputato una gara incredibile con un cuore ed una determinazione fuori dal normale. Praticamente siamo riusciti a fare tutto quello che avevamo preparato e aver vinto in casa della capolista ci darà ulteriori stimoli per affrontare e superare questo momento di difficoltà”. Alle assenze annunciate del capitano Antonio Consoli e di Giuseppe Celano (probabilmente stagione finita per entrambi) e di Ciccio Giuffrida (che ha tolto i punti di sutura all’occhio sono qualche giorno fa), si sono aggiunte quelle all’ultimo momento del terzino Dario Consoli (distorsione alla caviglia nella seduta di rifinitura) e dell’ultimo arrivato Mario Torre che durante il riscaldamento pre-gara ha sentito il riacutizzarsi di un problema muscolare e il tecnico Cardaci ha deciso di tenerlo in panchina. Un match vibrante e ben giocato da entrambe le formazioni con Costanzo, Randis, Cardaci, Paganello e compagni che sin dalle prime battute hanno condotto le redini del gioco. Al riposo in vantaggio di una lunghezza (14 a 13), i catanesi premono subito sull’accelleratore arrivando al 24′ del secondo parziale ad avere il massimo vantaggio di cinque lunghezze (28 a 23). Ma è proprio in quel momento che i padroni di casa sostenuti da un caloroso pubblico e trascinati da uno straripante Aragona e dall’esperto Saglimbene provano, e quasi ci riescono, a rientrare in partita portandosi a meno 2. Nel concitato finale coach Cardaci “rischia” e getta nella mischia due giovanissimi Bruno Cristaudo e Marco Pappalardo che addirittura trovano le reti decisive regalando un insperato successo alla propria squadra. “Vittoria davvero incredibile arrivata sul campo della formazione più completa della serie A2 siciliana – ammette mister Salvo Cardaci – gli infortuni e le defezioni a poche ore dal match hanno davvero rischiato di rovinare il lavoro delle ultime settimane, ma i ragazzi chiamati a sostituirli hanno portato sul campo tutto quello che avevano dentro, interpretando al meglio le situazioni di gioco provate e riprovate e, alla fine, i due punti sono meritati. Adesso piedi per terra, però, poichè l’infermeria purtroppo è ancora piena e gli impegni di campionato sono tanti e alle porte. Stiamo facendo risultati davvero inaspettati e nelle difficili condizioni logistiche che oramai tutti conoscono. Mi auguro – conclude Cardaci – che al più presto si possa tornare finalmente a lavorare nel nostro campo e magari a recuperare qualche infortunato per il prossimo turno che ci vedrà giocare contro il Marsala”.