Handball Club Monteprandone, niente ripescaggio in serie A2 maschile

“C’è tanta delusione. Quella di noi dirigenti e quella dei ragazzi. A questo punto proveremo in tutti i modi a regalarci una stagione ambiziosa in serie B”. Il vicepresidente dell’Handball Club Monteprandone, Pierpaolo Romandini, commenta così la decisione del Consiglio federale che non ha accettato la domanda di ripescaggio in serie A2 della società blu.

Ci aveva sperato Monteprandone, con Cingoli che sembrava destinato al salto in A1 e quindi a lasciare libero un altro posto al piano di sotto. Ma alla fine il Consiglio del 10 luglio scorso ha accolto solo le domande di reintegro del Mezzocorona nel girone A e del Girgenti nel gruppo C.

Monteprandone ripartirà dalla B per il quarto anno consecutivo.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi