Handball Lanzara affronta la Pallamano Valentino Ferrara

Torna in campo l’ Handball Lanzara 2012. Dopo aver scontato il turno di riposo, la formazione salernitana allenata da Raffaele Carmando scenderà in campo, tra le mura amiche del PalaPalumbo, Domenica 25 Gennaio quando affronterà la Scuola Pallamano Valentino Ferrara nella quinta gara di ritorno del campionato interregionale di Serie B maschile.

I salernitani sono reduci dal successo sul campo avverso dell’ Handball Benevento, anche se gli stessi hanno offerto una prova sottotono e al di sotto delle proprie possibilità, pur considerando le numerose assenze che hanno sfoltito la rosa a disposizione del tecnico. Anche in vista del prossimo ostico impegno casalingo l’ Handball Lanzara non potrà contare sull’ intero organico, ciò nonostante il gruppo sta lavorando sodo per centrare un risultato positivo e riscattarsi dalla sconfitta subita nel girone di andata, quando si imposero i sanniti al termine di un match comunque equilibrato.

L’ esperta formazione avversaria, che vanta in rosa alcuni atleti che hanno militato in massima serie, arriverà in quel di Salerno forti del primato in classifica in condivisione con l’ Usc Atellana e col nuovo acquisto argentino Britos, anch’esso giocatore della massima categoria, ma Carmando e i suoi atleti lotteranno allo stremo delle proprie forze per accaparrarsi i tre punti.

“ Ad un mese di distanza torniamo a giocare al PalaPalumbo – dichiara Nello Capaldo, giocatore dell’ Handball Lanzara 2012 – la voglia di fare bene è tanta, siamo un gruppo di ragazzi giovani e appassionati di questo sport, con un forte spirito di squadra. Nel corso di questa fase regolare non sempre abbiamo espresso il massimo delle nostre potenzialità, non siamo riusciti a mostrare il nostro gioco e questo, a volte, ci ha penalizzato dal punto di vista dei risultati.
Come sempre l’ ansia sale all’ avvicinarsi di ogni partita, credo che entrambe le squadre daranno vita ad un match combattuto e bello da vedere, noi dal canto nostro daremo il massimo e cercheremo di fare risultato anche perché avremo dalla nostra parte il pubblico di casa che ci segue sempre numeroso. Arriviamo a questa gara col dente avvelenato per quanto successo nel match di andata, in quell’ occasione abbiamo avuto un approccio sbagliato al match, tra l’ altro alcuni episodi non furono dalla nostra parte e questo ci penalizzò nel corso dei sessanta minuti di gioco.
Senza dubbio la squadra è cresciuta rispetto ad allora – prosegue il giocatore – il nostro coach prepara dettagliatamente gli allenamenti di settimana in settimana per velocizzare il nostro gioco e rendere sempre migliori ed efficaci i meccanismi difensivi, vista anche la nostra minore esperienza rispetto agli avversari. Come detto, daremo il meglio di noi stessi sperando di toglierci qualche soddisfazione in vista della fase ad orologio, il cui piazzamento finale sarà determinante ai fini dei playoff ”.