Hc Monteprandone, spareggio ad Ancona

Spareggio tra prime. Se non fosse che alla fine della stagione regolare restano ancora la bellezza di 10 giornate, la trasferta ad Ancona dell’Handball Club Monteprandone avrebbe il sapore di sfida decisiva per la promozione. Di sicuro ne vale un pezzo grande così. L’HC arriva a bussare alla porta del Cus, compagno di vetta del torneo maschile di serie B girone Marche-Abruzzo (a quota 18: 9 vittorie e 2 sconfitte a testa), con l’etichetta di sfavorita. Del resto i ragazzi di coach Andrea Vultaggio, stando alle premesse del campionato, probabilmente lassù non dovevano starci. E invece ci stanno. Al netto di qualche peccatuccio di gioventù. E della sconfitta, coi dorici, nella sfida di andata. È il 27-29 pieno di recriminazioni maturato il 2 novembre scorso, al culmine di un match vibrante e assai equilibrato. Quello con Ancona è il primo di appena due capitomboli stagionali per i blu: l’ultimo il 7 dicembre a Città Sant’Angelo (dove nell’ultimo turno sono caduti pure i dorici), poi la serie di quattro vittorie consecutive. Ma adesso ecco l’esame più serio. Per Monteprandone, che bene ha saputo innestare nella rosa i rinforzi invernali Di Matteo e Martin, la possibilità di lanciare un segnale forte e chiaro all’intero campionato. Ma a patto di cavare dal cilindro la partita perfetta, o quasi.  Ad Ancona, al Palacus di Posatora, si gioca sabato alle 18. Arbitrano Passeri e Cimini.