Il bosniaco Drasko Budisa al campus estivo della Pallamano Belluno

La Pallamano Belluno non va in vacanza. Terminati i campionati la società ha iniziato a fine giugno il campus estivo, tra allenamenti pomeridiani all’esterno della scuola media di Castion e sedute mattutine in palestra, il tutto sotto la supervisione del direttore tecnico Darko Pranjic. L’Handball Summer camp prevede 3 gruppi. Uno con gli under 9 e 11, un’altro formato dagli under 13 e 15 ed un terzo dagli under 17 ed i ragazzi del gruppo della serie B con allenamenti tutti i giorni. Si gioca all’esterno della scuola media di Castion. “Abbiamo tracciato le righe del campo. E sono previsti anche contributi tecnici da parte di tecnici stranieri che porteranno le loro idee, i loro contributi”.

Il primo allenatore ad arrivare a Belluno è il tecnico bosniaco Drasko Budisa. Un passato da giocatore nel ruolo di pivot con diversi titoli juniores vinti nel proprio paese attorno agli anni 80 e con tanto di presenza nella nazionale jugoslava juniores. Una buona carriera che l’ha portato a giocare anche in Germania. Poi un infortunio importante, alla soglia dei 30 anni, ha portato Budisa a dedicarsi all’insegnamento della pallamano nel suo paese, con tanto di fondazione di una scuola a Banjaluka, là dove aveva mosso i suoi primi passi sportivi, in una delle società più blasonate d’Europa.

Oltre duecento ragazzi, a partire dai 7 anni, per un progetto vincente, che sta portando questi giovani ad approdare nelle migliori società seniores un po’ in tutta Europa.

“Ho voluto dedicare tutto me stesso alla crescita dei più giovani – racconta orgoglioso Budisa che a Banjaluka coordina il lavoro di ben 8 allenatori – c’è da lavorare molto ma le soddisfazioni alla fine sono davvero tantissime”. Il direttore sportivo della Firex Pallamano Belluno Edmondo Ortese segue in prima persona questo progetto. “Sarà una settimana molto importante per tutti noi. La presenza di Drasko ci aiuterà a capire come muoverci nel prossimo futuro, quali correttivi apportare e soprattutto sarà utile a tutti i nostri ragazzi per avere una ulteriore visione del gioco della pallamano”.

La società bellunese ha iniziato questo progetto ormai un anno fa, quando è stato programmato l’arrivo dalla Svezia del tecnico croato Darko Pranjic. Il covid non ha per fortuna fermato la società che ha continuato a lavorare nel settore giovanile. “In questi giorni a Castion – racconta Ortese – si stanno alternando molti ragazzi, tra cui anche i più piccoli attorno ai 10 anni. Tutti stanno facendo passi da gigante e soprattutto si stanno divertendo molto. E’ una grande occasione poter essere seguiti da tecnici così importanti.

Budisa – conclude il direttore sportivo della Firex Mondosport Belluno – non sarà l’unico tecnico a farci visita, abbiamo programmato infatti altri incontri per tutto il mese di luglio ed agosto. Vogliamo essere sempre più protagonisti nel nostro territorio, offrendo l’opportunità ai nostri giovani di provare uno sport di squadra davvero molto accattivante”.

fonte rdosport.it

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi