Il Gaeta Sporting Club si ripete, battuto il Capua

Domenica, o meglio settimana, particolare per tutto il Golfo di Gaeta (e non solo, vista la notizia di rilevanza nazionale purtroppo) dopo la bruttisima vicenda accaduta a Formia e quale ha visto la terribile uccisione del 17enne Romeo Bondanese, un ragazzo che potrebbe essere un nostro figlio,fratello,amico,cugino,il nostro compagno di banco, il vicino di casa…

Ecco che con la malinconia nel cuore e la rabbia per ciò che è accaduto, il Gaeta Sporting Club ha deciso di scendere con il lutto al braccio poichè Romeo era ed è uno di noi e bisogna fare tutto il possibile per far sì che ciò non accada mai più e lo sport può aiutare in questo perchè – come diceva Nelson Mandela – “Lo sport ha il potere di ispirare. Ha il potere di unire le persone come poche altre cose riescono a fare. Parla ai giovani in una lingua che essi comprendono. Lo sport può creare speranza là dove prima c’era solo disperazione. Ha più potere dei governi nel rompere le barriere razziali. Irride ogni tipo di discriminazione”.

Passando alla cronaca del match, l’avvio di gara è positivo per i gaetani di coach Viola che, dopo aver subìto il pareggio dopo la prima rete del match messaa segno da Marco Purificato, riescono a piazzare un importante 6-2 che porta il risultato sul 7-3 dopo 10′ di gioco grazie alle reti di Uttaro e Maggiacomo, guidati dalla sapiente regia di capitan Usai.

Il Capua però non ci sta, difende duramente e complice la troppa tensione in campo riesce a riportarsi fino al -2 grazie alle reti di Manuel Affinito, Francesco Errico ed Alessandro Errico.

Siamo sul 10-8, coach Viola chiama il time out ed ha gli effetti sperati perchè la squadra si ricompatta, riorganizza le idee ed aiutata anche dalle parate di D’Ovidio ed una difesa ben allestita, riesce a piazzare un break di 4-1 che chiude i primi 30′ sul 14-9.

Nella ripresa il Gaeta ha inspiegabilmente un black out totale di 15 minuti e la formazione di coach Pero Veraja ne approfitta per piazzare un inaspettato parziale di 8-3 che porta il risultato sul 17-17 con la rete messa a segno da Francesco Errico.

Ma i biancorossi, oggi in casacca “all grey”, vogliono assolutamente l’intera posta in palio. Dalle parti di Purificato non passa più nessuno, Uttaro ed Usai difendono alla grande e D’Ovidio può sfoggiare importanti interventi nei minuti decisivi, Macera e Panzarini segnano dall’ala, Maggiacomo è in giornata di grazia, Usai trova sempre gli spazi per entrare e la rimonta è servita quando al 50esimo il tabellone luminoso sigla il 22-17 per i ragazzi di Viola.

I biancorossi hanno la gara in pugno e con calma gestiscono il vantaggio acquisito e negli ultimi 10′ sono appena 4 le reti messe a segno dai campani. Usai e compagni ritrovano lucidità e con esperienza mantengono sempre a distanza gli avversari.

Sul finale c’è anche spazio per un importante intervento del giovane Clima che nega la gioia del goal a tu per tu con l’avversario ed al suono della sirena il risultato dice Gaeta 27 – Capua 21.

Seconda vittoria di fila e successo che i ragazzi cari a patron Francesco Antetomaso dedicano a Romeo Bondanese e tutta la sua famiglia, perchè non bisogna dimenticare assolutamente ciò che è successo ma riflettere, insegnare i valori della vita ai giovani tramite lo sport e far crescere loro con sani principi pensando che la vita è bellissima e non bisogna sprecarla per nessun motivo al mondo.

Nel postpartita a parlare è il terzino sinistro biancorosso Lorenzo Uttaro: “Ci aspettavamo una partita non facile, dura e così si è dimostrato. Una gara dai tanti volti, sofferta fino al 60′ perchè siamo andati sopra subito, poi ci hanno ripreso, infine nuovamente una nostra rimonta. Abbiamo avuto 15 minuti di appannamento nel secondo tempo e abbiamo davvero tantissimo su cui lavorare perchè non possiamo stare sopra di 5 e poi farci recuperare così agevolmente. Da Martedì lavoriamo per la sfida in casa del Sannio, una squadra di cui non sappiamo davvero nulla e dovremo stare molto attenti, concentrati e duri in difesa già dal primo momento provando a dare il massimo sin dall’ingresso in campo. Vittoria di gruppo quest’oggi, meritata e faccio un ringraziamento ed un plauso a tutti, perchè ognuno ha dato il massimo e la panchina ci ha sempre supportato. Forza Gaeta”.

Nel prossimo turno i gaetani faranno visita al Sannio con l’appuntamento fissato per Domenica 28 Febbraio alle ore 17:30.

Unica tegola della giornata, l’infortunio avvenuto a Roberto Capomaccio, del quale sapremo notizie dettagliate nelle prossime ore e speriamo che non sia nulla di grave per la spalla dell’ala destra biancorossa. Forza Roberto!

Gaeta Sporting Club – Endas Capua 27-21 (primo tempo 14-9)

Gaeta: D’Ovidio,Panzarini C.,Clima,Balletta,Capomaccio 1,Colacicco,Cretella 2,Della Valle A.,Della Valle F.,Macera 1,Maggiacomo 6, Panzarini 5 A.,Purificato 3,Spinosa,Usai 4,Uttaro 5. Coach: Antonio Viola, Uff. B: Vincenzo Lunardo, Uff. C: Luigi Di Liegro, Uff. D: Sarah Levato, Uff. E: Carmine Forcina.

Capua: Affinito M. 9,De Rosa,Errico M.,Errico F. 4,Errico A. 2,Gagliardi 4,Lanni,Monaco,Ortiero 1,Pezzello,Saccavino,Vastano A.,Vastano E. Coach: Pero Veraja.

Arbitri: Armenio – Lucatelli

Segnapunti – Cronometrista: Vincenzo Lunardo – Sarah Levato

Diretta Facebook: Annalisa Gaudino

error: Il contenuto è protetto!