Il nuovo campionato visto da Fusina

Lui ha deciso di compiere una precisa scelta al termine dello scorso campionato: lasciare la guida tecnica della prima squadra campione d’Italia e proseguire il suo percorso da allenatore con i più giovani, dello stesso club. Parliamo ovviamente di Alessandro Fusina, ex tecnico del Bolzano, oggi al lavoro con le giovanili tra cui U16 ed U18; la sua priorità è far crescere questi ragazzi per aiutare anche tutto il movimento italiano nella speranza che questi giovani talenti vadano ad impreziosire il roster della Nazionale, un giorno. L’allenatore siciliano si è sempre detto contento della scelta fatta ed è intenzionato a portare avanti il suo lavoro con caparbietà e fiducia; in occasione della prima giornata di campionato di A1 maschile Fusina ha detto la sua, girone per girone, in un’analisi oggettiva “Il gruppo A vede sempre il Bolzano favorito, non ha cambiato molto in fase di mercato tranne l’avvicendamento di due portieri ed ha mantenuto lo stesso organico della passata stagione. E’ una certezza e credo che sia ancora la squadra da battere. Vedo molto bene il Pressano di mister Dumnic perché oltre a mantenere la rosa dello scorso campionato ha anche preso sul mercato Bertolez e Stabellini, ottimi rinforzi. Da non dimenticare che Pressano può ancora tesserare uno straniero. Vedo bene anche il Trieste perché è un gruppo solido guidato dall’allenatore Oveglia che conosco molto bene, l’ossatura del roster è triestina fatta eccezione per un paio di atleti tra cui il nuovo straniero che sarà da valutare. Il Cassano ha fatto passaggi importanti, l’allenatore è molto giovane e potrebbe avere il coraggio di schierare dei giocatori “verdi” per poterli far crescere maggiormente. Stanno lavorando bene con il vivaio e speriamo che portino avanti questo processo. Il girone B vede il Romagna tra i protagonisti: ha fatto ottimi movimenti sul mercato unendoli ad un gruppo solido e consolidato dopo l’ottima annata scorsa. Il Carpi si è rivoluzionato ma l’organico secondo me è importante. Una società così forte alle spalle non è da tutti, gli investimenti massicci portano sempre i riflettori addosso ma non è da disdegnare quando qualcuno investe ancora tanto in questo sport. L’Ambra si è rafforzata molto rispetto all’anno scorso e credo non sia da sottovalutare con gli arrivi di Di Marcello e Pieracci. Il girone C trova sempre il Fasano in cima alle preferenze nonostante alcuni giocatori siano andati via. E’ un club che ha sempre operato secondo la filosofia societaria senza aver mai fatto il passo più lungo della gamba. Albatro mi ha fatto una buona impressione e, insieme al Fondi, sarà una delle maggiori contendenti del Fasano”. Un ultimo appunto è per noi, da domani HandballTime si rifà il look ed il mister ha voluto lasciarci un messaggio di augurio “Fate davvero un ottimo lavoro ed in particolare le opinioni ed i pareri vengono riportate così come sono senza interventi esterni, poco graditi, all’interno dell’articolo. Continuate così”.
Un grazie, di tutto, ad Alessandro Fusina.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi