IL PRESIDENTE ANTONIO JELICH DELLA TECNOCEM 85 SAN LAZZARO: “IL NOSTRO OBIETTIVO E’ LA PROMOZIONE IN SERIE A SILVER, UN CAMPIONATO GIUSTO PER I VALORI DELLA SQUADRA”

Andata in archivio la prima giornata di ritorno del Girone B del Campionato Nazionale di Serie A2 maschile, la Tecnocem 85 San Lazzaro si ritrova in terza posizione, con un bottino di 23 punti frutto di 11 successi, 1 pareggio e due sole sconfitte. Un risultato in piena linea con gli obiettivi societari – e che garantirebbe la promozione in Serie A Silver – come sottolinea il Presidente Antonio Jelich:

 

“Siamo giunti alla prima giornata di ritorno del campionato, siamo in linea con gli obiettivi che ci eravamo prefissati – esordisce Antonio Jelich – il nostro intento è quello di partecipare, il prossimo anno, alla Serie A Silver. Attualmente siamo terzi, ed arrivare nelle prime tre posizioni alla fine della Regular Season significherebbe matematicamente la promozione in questo campionato e la possibilità di far vivere ai nostri ragazzi l’ esperienza di disputare i PlayOff Promozione per la Serie A Gold. Al contrario, chiudere tra la quarta e la sesta posizione, significherebbe passare attraverso la ‘seconda’ Final Eight e giocarci tutto nella fase finale della stagione.

Purtroppo, a mio avviso, abbiamo sbagliato una partita casalinga e perso due punti importanti contro la Pallamano Tavarnelle, che staziona nella parte bassa della graduatoria: è stato l’unico grande errore commesso in questa prima parte del campionato, difatti credo che perdere in casa della capolista Cingoli e pareggiare con Ferrara ci possa stare. Abbiamo ottenuto, poi, tante ottime vittorie su campi ostici, dunque non posso far altro che essere soddisfatto.

 

In generale scartiamo l’ipotesi della Serie A Gold, sia per i valori tecnici molto elevati, sia per i costi che ci sarebbero: riteniamo che la Serie A Silver possa essere il campionato giusto per  la nostra squadra.

Anche inerentemente al settore giovanile stiamo facendo buone cose, chiaramente a causa dei problemi relativi al Covid abbiamo potuto fare ben poco, dunque abbiamo un ‘buco’ in determinate annate  ma stiamo lavorando nelle scuole per questo. Abbiamo dei numeri buoni sui piccolissimi, dunque si sta un po’ riorganizzando tutto il movimento giovanile e continuiamo con un bel gruppo dei 2005, reduci dalla medaglia di bronzo conquistata in estate alle Finali Nazionali Under 17, che stanno maturando esperienza importante in Serie B”