IL PRESIDENTE DAVID FRANCESCANGELI DEL CUS ANCONA: “IL CLUB HA AVUTO UN IMPORTANTE RINNOVAMENTO, SIAMO DAVVERO FIDUCIOSI”

Impegnata con la compagine Senior nel campionato di Serie B, il CUS Ancona si sta ben comportando nella stagione in corso: la società marchigiana ha una linea e strategia identificativa ben definita, tanto con i Senior che con i gruppi giovanili, con l’ intento di creare nuovo e rinnovato entusiasmo in un movimento ed in una disciplina che, in passato, ha regalato tante belle soddisfazioni.

 

La squadra questa stagione ha visto un importante rinnovamento a partire dalla guida tecnica affidata a Massimiliano Gentili affiancato da Valerio Feroce – dichiara David Francescangeli, presidente del CUS Ancona – entrambi lo scorso anno alla guida delle giovanili, passando per l’inserimento nella rosa di serie B di molti giovani la passata stagione nel roster dell’Under17.

 

Un processo, questo, che fa parte di una strategia societaria generale, finalizzata al rilancio del movimento pallamanistico anconetano. Premesso questo, ci apprestavamo ad affrontare un campionato con il primario obiettivo quello di far crescere i giovani creando l’amalgama con i cosiddetti “veterani”, anch’essi con una età media piuttosto bassa. Sfida impegnativa, ma estremamente stimolante. In queste prime 8 giornate si sono evidenziati tutti i limiti emotivi e tattici di un gruppo giovane e nuovo, ma al tempo stesso tutti i pregi di un lavoro importante fatto su di essi che, permeabili alle direttive in allenamento, stanno crescendo a vista d’occhio. A prescindere dai risultati, comunque importanti, non posso che essere soddisfatto del cammino percorso fino ad ora.

 

Sicuramente dalle prossime 6 gare mi aspetto che il gruppo continui il processo di crescita acquisendo quella sicurezza che solo le gare giocate possono trasmettere ad un atleta. Sono certo che la guida tecnica saprà stimolare nel modo giusto i ragazzi e ciascuno di loro si metterà con umiltà a servizio dei propri compagni per fare tesoro del lavoro settimanale nel miglior modo possibile. Al termine della stagione regolare, se sapremo confermare l’attuale posizione, vuol dire che avremo a disposizione anche le gare di play-off per crescere ancora. A quel punto potremo anche contare sull’entusiasmo di chi non ha nulla da perdere, ma tutto da guadagnare e magari ci toglieremo qualche soddisfazione.

 

Per quanto riguarda l’attività giovanile – prosegue – questa stagione raccogliamo i primi frutti dell’importante lavoro di attività promozionale nelle scuole. Abbiamo iscritto una under 15 maschile che dal 29 gennaio sarà impegnata nel girone “Marche” del campionato di area 6 con, Cingoli, Monteprandone e Camerano. Un gruppo carico di entusiasmo alla prima esperienza in un campionato. Accanto a questo, è stata intensificata l’azione nelle scuole secondarie di primo grado che coinvolge gruppi misti di una sessantina di ragazzi e ragazze, nei gruppi sportivi pomeridiani. Per la prossima stagione avvieremo progetti scolastici nelle scuole primarie di Ancona in ottica categorie promozionali.

 

La linea societaria da percorrere è stata ben delineata: valorizzazione del patrimonio esistente sicuramente, ma soprattutto investimenti rivolti alla attività di promozione della pallamano per ricreare un movimento che in passato è stato il fiore all’occhiello della pallamano nella città di Ancona facendone le fortune di anni di serie A con atleti locali”.