Il Romagna cade sotto i colpi di Cingoli. E’ giallo su Tassinari

La Pallamano Romagna incappa in un’altra sconfitta. Questa volta a portare via l’intera posta in gioco è la forte Cingoli che al Palacattani, come da pronostico, fa valere la qualità dei propri uomini imponendosi 28-18 contro gli arancioblu che a sorpresa non schierano il capitano Fabrizio Tassinari, fermato nel prepartita per un guaio muscolare. Nel primo tempo la squadra di coach Tassinari va sotto di 3 marcature ma con la determinazione di chi non vuole arrendersi prima ancora di giocare gli arancioblu riacciuffano il pareggio poco dopo costringendo gli avversari marchigiani ad un maggiore impegno. La risposta però è risoluta e spietata perché Cingoli stacca un parziale di 13-8 alla fine della prima frazione. Nel secondo tempo i romagnoli cadono sotto i colpi di Nocelli e Garroni che allungano il vantaggio fino a 10 marcature. A quel punto il Romagna inizia a rispondere colpo su colpo ma pur cambiando il risultato non cambia la sostanza. «E’ stata una partita dura – spiega Di Domenico nel dopogara – nel secondo tempo dopo aver preso un po’ di botte ci siamo un po’ demoralizzati. Nonostante tutto però abbiamo cercato di rimanere in partita. La nota positiva è che forse a livello difensivo siamo andati meglio delle altre volte».

PALLAMANO ROMAGNA 18
SANTARELLI CINGOLI 28

PALLAMANO ROMAGNA: G.Sami, Redaelli, Amaroli 2, Babini 3, Bartoli, Boukhris, Chiarini 2, Di Domenico, Gollini 2, Leotta, Mazzanti 6, Montanari 3, T.Sami, F.Tassinari. All. Domenico Tassinari
SANTARELLI CINGOLI: Albonesi, Anzaldo, Bincoletto 5, Ciattaglia, Camperio, Di Caro, Garroni 6, Mangoni 5, Jaziri, Latini, Nocelli 6, Strappini 4, Chiaraberta 1, Rotaru 1. All. Nando Nocelli
Arbitri: Amendolagine e Potenza
Note: Primo Tempo 8-13