INIZIA CON UN KO IL 2020 DELLA DARWIN TECH MASCALUCIA SCONFITTA DALLA TH ALCAMO

Non inizia nel migliore dei modi il 2020 della Darwin Tech Mascalucia del presidente Sergio Pagano costretta alla resa in casa del T.H. Alcamo con il risultato di 29 a 24. Un derby isolano che è stato equilibrato soprattutto nel primo tempo con i padroni di casa che partono subito forte ma vengono ripresi con un bel parziale. Il vantaggio di due lunghezze al riposo per gli alcamesi (16 a 14) prende corpo, infatti, solo a fil di sirena con una strepitosa parata del numero uno alcamese che evita il 15 pari e regala allo sgusciante Giacalone il goal del + 2. Nella ripresa il nervosismo di capitan Consoli, Cristaudo, Pradas, Cardaci, Xethani, Coppola e compagni per qualche decisione arbitrale consentivano il break decisivo di Vaccaro e soci che con un parziale di 6 a 0 portavano il loro vantaggio sul + 8. Gara finita? Nemmeno per sogno perchè Lorenzo Mineo, Alessio Cardullo e Dario Consoli reagiscono e a pochi minuti dalla fine il punteggio è di 27 a 24. Sarà un errore sottoporta del rientrante Alessio Paganello e una bella parata del solito Deodato (il migliore dei suoi ndr.) su contropiede a chiudere definitivamente la contesa e le residue speranze di rimonta dei mascaluciesi presentatisi a Alcamo con l’assenza pesante di Francesco Giuffrida con Marco Pappalardo acciaccato in panchina per diversi minuti e con il centrale Gabriele Costanzo costretto a star fuori per gran parte del match (dopo aver ricevuto un colpo fortuito al ginocchio nelle battute iniziali del match). “Inutile pensare a ciò che poteva essere e non è stato – dice il tecnico della Darwin Tech Salvo Cardaci – chi ha sotituito gli assenti e gli infortunati ha dato il massimo anche se nel secondo tempo ho avuto la sensazione che la squadra sia andata in confusione smarrendo il filo logico del nostro gioco. Non stiamo attraversando un momento positivo ma sono e resto ottimista per una stagione che sta in ogni modo vedendo la consacrazione dei giovani del nostro vivaio che, nonostante il debutto in questa categoria, stanno dimostrando di poterci giocare senza alcuna difficoltà. Adesso dobbiamo archiviare in fretta questo ko e pensare subito a preparare al meglio la prossima sfida interna contro il Teramo che, se giocata secondo le nostre possibilità, possiamo vincere”.