La corazzata Conversano ferma una Lupo Rocco Gaeta incerottata

Quando alla caratura dell’avversario si aggiungono importanti defezioni, l’impresa diventa ancor più difficile, quasi impossibile. La Lupo Rocco Gaeta ha lottato invano con le unghie e con i denti al cospetto di una corazzata, il Conversano, che ha dimostrato sul campo il ruolo di prim’ordine che rivestirà in questo campionato. Le convincenti prestazioni di Marco Amendolagine tra i pali e dell’ala Mario Gallo, miglior realizzatore tra i suoi a quota 5 insieme a Lombardi, non sono bastate per tenere testa ai bianco verdi di coach Tarafino, che della difesa hanno fatto la propria arma vincente. A completare il quadro, l’assenza per infortunio del pivot Lodato e la presenza a mezzo servizio di Martin Amato, bloccato da un risentimento al ginocchio; ancora fermo ai box, invece, l’italo-argentino Fernando Bono. LA CRONACA – Partenza equilibrata, con Gallo e Davide Ciccolella che rispondono a tono agli ospiti, portando Gaeta in vantaggio al 5′ sul 3-2. Parità e sorpasso pugliese registrano la firma di Iballi, che non sbaglia dai sette metri, ma Lombardi è pronto ad azzerare le distanze, per il 4-4 del 7′. Poi, si spegne la luce. Conversano, più lucido e concreto, inizia a correre, grazie ad una difesa ermetica e servendosi del contropiede, spesso approfittando di qualche incertezza di troppo dei padroni di casa. Il break di 6-0 ipotecato da capitan Fantasia e compagni, che vale il 4-10, condizionerà l’intero andamento del match. Il divario continua a crescere, e già al ritorno negli spogliatoi sull’8-19 ci si rende conto di quanto possa essere difficile ritornare in carreggiata. Le impressioni vengono confermate nella ripresa, quando, dopo il +16 conversanese del 25′ (18-34), il risultato viene fissato sul definitivo 20-35. «Abbiamo cercato di fare del nostro meglio – ha dichiarato coach Onelli – contro una corazzata come Conversano, nonostante gli acciacchi di Amato e l’assenze di Lodato e Bono. La gara è stata abbastanza equilibrata nei primi dieci minuti, poi dopo il break ci siamo disuniti, abbiamo perso dei palloni in attacco banalmente e Conversano ci ha subito puniti. Non siamo riusciti a reagire e abbiamo terminato il primo tempo in calando. Nell’intervallo, ho chiesto ai ragazzi di giocare con entusiasmo e cercare di attaccare un’ottima 6-0 come quella del Conversano, e posso dire di aver visto dei segnali positivi che fanno ben sperare per il prossimo impegno». Parole di apprezzamento sono arrivate anche da coach Alessandro Tarafino: «Gaeta è una squadra che punta molto sulla velocità. Mi piace questo tipo di atteggiamento, perché è così che bisogna interpretare ogni partita, e, nonostante il punteggio non fosse favorevole, devo dire che hanno messo in campo tanto cuore, grinta e anima fino all’ultimo minuto». Il campionato, dopo una settimana di stop, ripartirà sabato 14 ottobre. La Lupo Rocco Gaeta sarà ospite del Benevento, attualmente ultima della classe a bocca asciutta, alla ricerca dei primi punti stagionali dopo aver osservato il proprio turno di riposo e le sconfitte con Fondi e Conversano.

LUPO ROCCO GAETA – CONVERSANO 20-35 (p.t. 8-19)

LUPO ROCCO GAETA: Amendolagine, Medina, Desimone 2, Lombardi 5, Ponticella 3, Amato, Ciccolella D. 1, Florio, Panzarini, Antetomaso, Ciccolella A. 1, Gallo 5, Macera 1, Antonio 2. All.: Salvatore Onelli

CONVERSANO: Fantasia 3, Giannoccaro 2, Iballi 4, Lupo, Giannuzzi, Martino 1, Monciardini, Pignatelli 3, Sperti 5, Stabellini 6, Beharevic 1, Vicenti 5, Sciorsci 3, Dedovic 2. All.: Alessandro Tarafino

ARBITRI: Cosenza – Schiavone

 

 

Alessandra Aprile

UFFICIO STAMPA GAETA SPORTING CLUB