La Genea Lanzara suona la sesta sinfonia superando anche il Ragusa: salernitani primi e imbattuti nel girone di andata.

Non poteva esserci miglior cammino per la Genea Lanzara nel girone di andata del Campionato Nazionale di Serie A2. I giovani salernitani guidati da coach Nikola Manojlovic hanno inanellato sei successi su altrettanti incontri, battendo tutte e sei le compagini sicule del proprio raggruppamento. Nel match che ha chiuso il girone di andata, capitan Milano e compagni hanno avuto la meglio anche sul Ragusa, fanalino di coda, col punteggio finale di 36 – 28 al termine di un match controllato nell’ intero arco dei sessanta minuti di gioco.

Successo ancor più prezioso se si pensa che i salernitani, anche per questa gara, hanno dovuto fare a meno del pivot Bellini e del mancino Avallone nonché, nel corso del primo tempo, di Fiorillo e del bulgaro Kolev per rosso diretto. Ciò a dimostrazione del fatto che, nonostante le difficoltà e le assenze, la Genea Lanzara può contare su un gruppo folto, talentuoso seppur giovane e pronto a rispondere colpo su colpo a qualsiasi situazione.

Mattatori del match, grazie comunque ad un’ottima prova corale sia offensiva che difensiva, sono stati Milano Carlo e Florio, a segno in nove occasioni. Da sottolineare la prova tra i pali del portiere Enric Gonzalez, a tratti insuperabile e autore di un’ottima performance.

I salernitani partono forte registrando un primo allungo sul 7-4 ma i siciliani non demordono e, approfittando anche di alcune esclusioni momentanee della Genea, ribaltano la situazione portandosi sull’ 8-9. Coach Manojlovic chiama un timeout che si rivela fondamentale: al rientro in campo, i rossoblu si presentano con tutt’ altro piglio scavando un solco di sei lunghezze nei confronti degli avversari, portandosi negli spogliatoi sul parziale di 21-15. Nella ripresa nessun particolare sussulto, anzi, nonostante il nuovo assetto della squadra – con Munda in grande spolvero sulla linea dei terzini – la Genea addirittura allunga raggiungendo il massimo vantaggio di dieci reti. Nel finale spazio a tutti gli effettivi della rosa: bene il portiere classe 2006 Coppola ed esordio assoluto in A2 per un altro classe 2006, l’ala sinistra Merola.

 

“Non mi aspettavo un girone di andata così importante per la mia squadra – dichiara il coach Nikola Manojlovic – sono molto felice per i risultati ottenuti e della forza di questo gruppo, molto giovane ma davvero molto talentuoso. La gara con il Ragusa è stata molto bella, sentita, caratterizzata da diverse esclusioni ma comunque corretta: i siciliani hanno espresso un buon gioco e sono arrivati a Salerno per fare risultato e smuovere la classifica, difatti a mio avviso assolutamente non meritano l’ ultima posizione considerando l’attuale organico a disposizione. In settimana più volte ai miei ragazzi ho rimarcato il fatto che il Ragusa si sarebbe presentato col coltello tra i denti per ottenere i primi due punti, dunque l’attenzione e la concentrazione dovevano essere massime e posso dire di essere soddisfatto.

 

Credo che la gara sia stata molto bella e, considerato il gioco espresso da ambo le squadre, il pubblico presente si sia molto divertito. Per quanto riguarda i miei ragazzi posso dire che il gruppo ha ancora tantissimi margini di miglioramento, conosco bene ognuno di loro lavorando duramente ogni giorno e possiamo fare molto meglio. Bisogna anche considerare che, per noi, è stata la sesta gara in assoluto, non abbiamo avuto possibilità di fare amichevoli, a differenza anche delle nostre stesse avversarie, tutte siciliane. Dunque c’è bisogno di rodaggio – prosegue il tecnico – senza dimenticare che il bulgaro Kolev si è aggiunto in corso d’opera e deve entrare a pieno nei meccanismi di gioco: dopo sei gare si vedono i primi risultati dal punto di vista del gioco e delle collaborazioni difensive ed offensive, ma siamo appena all’ inizio. Dobbiamo, insomma, continuare a lavorare, con testa bassa e dedizione, e proseguire il nostro percorso di crescita”.

 

GENEA LANZARA – RAGUSA 36 : 28 (p.t. 21 : 15)

GENEA LANZARA: Milano A., Senatore M. 2, Merola, Senatore A., Fiorillo, Milano C. 9, Kolev 3, Gonzalez, Florio 9, Coppola, Vignola, Vitiello, Gomez Subarroca 7, Mendo 1, Munda 5, Cappellari. All: Manojlovic

RAGUSA: Carbone, D’ Arrigo 2, Fontana, Guerrero S. 3, Buffolino, Giummarra F. 2, Guerrero G. 7, Garozzo 1, Giummarra G. 4, Dierna, Mirotta, Mazzone, Ruiz Rios 9, Bandiera. All: Klimek

ARBITRI: Fato – Guarini