La Macagi Cingoli vince ancora, 33-25 nel derby contro il Monteprandone. La squadra di Palazzi prende le misure e conquista 2 punti.

CINGOLI, 18 dicembre 2022 – La Macagi Cingoli vince il quarto derby marchigiano stagionale contro il Monteprandone e continua il suo dominio nel girone B di Serie A2 Maschile di pallamano. Il ritorno di Sergio Palazzi in panchina come allenatore, infatti, è coinciso con la 14^ vittoria su 14 partite dei cingolani, grazie al 33-25 rifilato agli ascolani.

E’ stato un match dai due volti, con un primo tempo nel quale gli ospiti hanno dato filo da torcere ai padroni di casa imprecisi in fase offensiva, mentre nella ripresa la Macagi è tornata ad essere il rullo compressore di questo inizio di stagione e, con alcuni strappi decisivi, si è aggiudicata l’intera posta.

Primo tempo

Il Monteprandone nel primo tempo ha dimostrato che l’ultimo posto in classifica non è meritato, soprattutto trascinata dalle giocate di Khouaja e Stauble. I cingolani, invece, oltre ad essere disattenti in difesa, hanno sbagliato troppi tiri in attacco. Ciattaglia la sblocca dopo 1’31’’, Martin pareggia ma Mangoni e Somogyi piazzano il 3-1. Mihail e Mucci blindano le porte, tuttavia Khouaja riporta a -1 gli ospiti. Dopo il botta-risposta Gomes-Khouaja, con in mezzo la parata di Mucci su Strappini, il portoghese e il capitano dei cingolani piazzano un minibreak che porta la Macagi sul 6-3 dopo 8 minuti.

Khouaja accorcia, però due reti consecutive di Mangoni valgono il +4 dell’8-4. Prima di questa rete Mihail si era reso protagonisti di due ottimi interventi, mentre Strappini aveva colpito una traversa e Mucci aveva ipnotizzato Gomes dai 7 metri. Sul 10-6 al 16’, la macchina offensiva della Macagi si inceppa. Martin piazza il -3, quindi arrivano 7 minuti in cui la squadra di casa non riesce a segnare gol, con i pali di Codina Vivanco, Rossetti e D’Agostino. Stauble segna il 10-8 e Grilli colpisce una traversa. Mucci salva su Rossetti, Somogyi, Codina e D’Agostino, così Monteprandone comincia a sperare nel colpaccio. Al 23’, però, ci pensano Codina Vivanco e D’Agostino a togliere le castagne dal fuoco, riportando sul +4 la Macagi (12-8).

Mucci salva ancora su Bordoni, così il solito Stauble ne approfitta per segnare il 12-9. Monteprandone riesce a mantenere i tre gol di svantaggio fino alla fine del primo tempo, con il botta-risposta Gomes-Stauble e Bordoni-Di Girolamo, per il 14-11 che chiude una bellissima ed equilibrata prima frazione.

Secondo tempo

Nella ripresa i cingolani prendono le misure e scendono in campo con un altro piglio, trovando i break decisivi per la fuga definitiva. Gomes segna il +4, Mucci salva su Ciattaglia e Mangoni, permettendo a Cani di segnare il 15-12. Inizia da qui la scalata dei locali: Codina Vivanco, Ciattaglia e Somogyi piazzano il 18-12, Forlini accorcia ma Gomes e Codina Vivanco allungano ulteriormente sul +7 al 38’ (20-13). Mister Vultaggio resta attaccato al -6, sfruttando il 7 contro 6 con le reti di Cani, Forlini e Khouaja sul 24-18, in risposta ai colpi cingolani di Ciattaglia, Codina Vivnanco e Gomes.

La pietra tombale definitiva alla sfida arriva poco prima di metà del secondo tempo, quando i cingolani trovano un break di 6-0 firmato Codina Vivanco, doppio Mangoni, Gomes, Strappini e D’Agostino, con quest’ultimo che colpisce anche un palo, per il massimo vantaggio della Macagi sul +12 del 30-18. Negli ultimi minuti mister Palazzi, con il risultato in cassaforte, decide di far ruotare tutti gli effettivi a sua disposizione, mettendo in campo i giovani Santamarianova, Tapuc, Ottobri, Bordoni, Compagnucci e Rossetti.

Monteprandone riesce ad accorciare, soprattuto per via della vivacità di Martin, autore di 3 reti consecutive nel parziale finale di 3-7 (con la complicità di Stauble, Simonetti e Forlini) che non basta comunque ad impensierire nel punteggio Strappini e compagni.

14^ vittoria su 14 partite

Cambiano gli addendi, ma il risultato non cambia: anche con mister Sergio Palazzi la Macagi Cingoli continua a vincere, regolando per 33-25 il Monteprandone e raccogliendo la 14^ vittoria su 14 partite. I cingolani, però, hanno dovuto soffrire la vivacità ospite nel primo tempo, con la squadra di Vultaggio che ha dimostrato di non meritare l’ultimo posto. Nella ripresa il maggior tasso tecnico dei locali è venuto fuori, così i biancorossi hanno preso le misure, hanno cominciato a sbagliare meno in attacco e hanno trovato i break decisivi per conquistare i due punti.

Miguel Gomes si conferma come miglior marcatore della gara, grazie ai sui 7 gol, seguito a 6 da Codina Vivanco e Stauble, a 5 da Mangoni, Ciattaglia, Martin e Khouaja. La Macagi Cingoli aumenta il bottino in testa alla classifica con 28 punti, seguita a 25 da Giara Ferrara e a 23 da Tecnocem San Lazzaro.

Ora inizierà la pausa natalizia. Da calendario, si torna in campo il 7 gennaio 2023, quando Strappini e compagni sfideranno in trasferta il Prato. Probabilmente, però, la società chiederà un rinvio delle prime tre giornate di gennaio (con le sfide a Prato, Verdeazzurro Sassari e Giara Ferrara), dato che in questo periodo Aaron Codina Vivanco sarà impegnato con la nazionale cilena per i Campionati Mondiali di pallamano. Presumibilmente, dunque, i cingolani torneranno in campo il 28 gennaio, con la sfida interna contro la Pantareitalia Modena.

Tabellino

Macagi Cingoli 33-25 Monteprandone (14-11)

Macagi Cingoli: Mihail, Santamarianova, D’Agostino 3, Ciattaglia 5, Ottobri, Mangoni 5, Somogyi 4, Bordoni 1, Gomes 7, Latini, Strappini 2, Ferretti, Rossetti, Santamarianova, Compangucci, Codina Vivanco 6. All. Palazzi

Monteprandone: Mucci, De Angelis, Girllo, Forlini 3, Vagnoni, Salladini Mi., Evangelista, Coccia, Khouaja 5, Di Girolamo 1, Cani 3, Balmus, Martin 5, Simonetti 1, Salladini Mo. 1, Stauble 6. All. Vultaggio

Arbitri – Kurti J. – Politano