La MFoods Carburex Gaeta si svela al pubblico

Successo strepitoso per “Ti mando a(l) Gaeta”, l’evento che ha unito la presentazione del roster che parteciperà al campionato di Serie A1 2019/20 a quella del progetto culturale sviluppato in sinergia con l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, ed alle visite guidate a Castello angioino ed ex carcere militare. In apertura un omaggio della società a Leonardo D’Angelo, fotografo ed amico di inestimabile valore che ci ha prematuramente lasciato nelle scorse settimane, appassionato tifoso biancorosso. Dopo il saluto dell’Amministrazione comunale rivolto dall’Assessore alle Politiche giovanili Lucia Maltempo, è intervenuto il Presidente Francesco Antetomaso il quale ha ringraziato il pubblico presente in sala ed illustrato le novità più rilevanti in vista della cinquantesima stagione del club, tra cui il nuovo campo d’allenamento nella limitrofa Itri, che renderà il Gaeta Sporting Club ancor più rappresentativo non solo della Perla del Tirreno, ma di tutto il comprensorio e l’ingresso nell’area comunicazione del Dottor Andrea Brengola, che si occuperà dello sviluppo del progetto culturale introdotto dall’Amministratore unico Adriano La Croix. Discorso poi approfondito anche da Roberta Vinciguerra, coordinatrice dell’ufficio comunicazione dell’Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale, che ha espresso la soddisfazione dell’ateneo per la partnership con la società pontina e comunicato l’intenzione di animare il forte con eventi, come ad esempio la Notte europea dei ricercatori in programma venerdì 27 settembre. La dottoressa Vinciguerra ha poi partecipato al conferimento della presidenza onoraria della MFoods Carburex Gaeta al Magnifico Rettore Giovanni Betta, assente per impegni precedentemente assunti, in virtù della proficua collaborazione tra il club e l’Università, alla luce del progetto che li vede uniti nel promuovere il binomio Cultura e Sport e che si concretizzerà con l’opportunità data ai giovani di avvicinarsi, attraverso il Castello angioino di Gaeta, al mondo dell’Università. Della sinergia ha parlato anche il Dottor Andrea Brengola, come già detto volto nuovo del Gaeta Sporting Club, affermando che la finalità sia quella di far conoscere e vivere la storia in un luogo prestigioso. Il progetto infatti consisterà nel portare i ragazzi in una location protagonista della storia italiana, trasformandola di fatto in un laboratorio didattico con l’obiettivo di far conoscere il passato per esser in grado poi di programmare il futuro. Da sempre attento alle problematiche societarie Luigi Ridolfi, Delegato allo sport del Comune di Gaeta, ha manifestato la vicinanza dell’Amministrazione ed illustrato il difficile iter burocratico inerente al palasport, esprimendo il rammarico della città. Si è poi giunti al momento clou della serata, la presentazione del roster di cui si è incaricato il DS Pierpaolo Matarazzo. La cerimonia si è conclusa con la presentazione dei completi da gioco e della nuova linea sportwear firmata Barbuti, con un brindisi finale insieme a Giannetto Spinelli,primo presidente assoluto del club e l’arrivederci a sabato 7 settembre per un grande classico della pallamano italiana, Gaeta-Trieste, in programma alle 19 al Palasport di Fondi.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi