La Pallamano Romagna centra la quinta vittoria consecutiva

La Pallamano Romagna centra la quinta vittoria consecutiva in quella che probabilmente verrà ricordata dai presenti come la partita dell’anno. Non tanto per il livello delle squadre in campo men che meno per la fine tattica attuata dai due allenatori ma per le emozioni che non sono mancate fino all’ultimo secondo quando l’eroe di giornata Martino Redaelli ben oltre la sirena ha parato a Luca Maraldi il tiro libero decisivo facendo esplodere di gioia il Palacattani.
A differenza delle altre gare la difesa di Tassinari non brilla, risulta invece determinante la capacità dei giocatori arancioblu di non darsi per vinti, soprattutto nel secondo tempo quando i toscani, che avevano iniziato meglio la ripresa, hanno preso il largo portandosi a + 4 di vantaggio. I romagnoli però si sono ben comportati ripristinando la parità e replicando gol su gol con uno scatenato Babini, non il miglior marcatore della gara ma di gran lunga la più bella sorpresa tra le fila dei padroni di casa, abili nel primo tempo in una condizione analoga a rientrare in partita grazie all’estro di capitan Tassinari. Alla Pallamano Romagna riesce quindi l’aggancio in classifica proprio all’Ambra.

La partita

Sin dal fischio d’inizio le squadre dimostrano di ambire alla posta in palio, Mazzanti apre le danze dopo pochi secondi, Maraldi su tiro libero ristabilisce la parità. La Pallamano Romagna commette qualche ingenuità mentre le squadre giocano a rincorrersi. Significativo il fatto che tra gli ospiti le prime quattro marcature portino quattro firme differenti: Maraldi, Biagiotti, Ponzi e Liccese mentre gli arancioblu di coach Tassinari si affidano principalmente alle offensive di Mazzanti, Chiarini e Boukhris. Valgono oro le parate di Redaelli, sia quando nega un gol su tiro libero a Maraldi, sia nell’unico momento in cui Ambra mette la freccia e con Biagiotti e Liccese piazza un break di +2.
I romagnoli però mantengono la concentrazione ed escono dal circolo vizioso grazie all’estro di Fabrizio Tassinari che da buon capitano si carica sulle spalle la squadra e riporta in parità il risultato. Sul finale di tempo gli arancioblu provano a chiudere in vantaggio con Chiarini ma la replica del solito Biagiotti consente all’Ambra di andare negli spogliatoi sul risultato di 12-12.
Ancora più emozionante è la ripresa di gara, in cui Ambra inizia meglio grazie alle marcature di Volpi, Maraldi e Liccese. Dopo 12 minuti la squadra ospite diventa quella più abile del girone di ritorno a bucare la difesa romagnola proprio in occasione del massimo vantaggio accumulato sugli arancioblu. Il Romagna però non si perde d’animo e si riporta sotto con Di Domenico, Chiarini, Mazzanti e Tassinari, ma soprattutto con Stefano Babini che nell’inedita veste di offensivo riesce per la prima volta nella seconda frazione a portare in vantaggio i suoi. Ambra prova a non perdere terreno affidandosi a Volpi e Liccese ma il contropiede di Boukhris è decisivo, così come sono decisive le parate di Redaelli, ultima delle quali su Maraldi che ben oltre lo scadere, sul punteggio di 29-28, si fa parare il tiro libero del possibile pareggio lasciando l’intera posta in palio alla Pallamano Romagna che esulta trionfante.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi