La rinascita della Pallamano a Città Sant’Angelo

Ad ottobre parte ufficialmente il campionato di Serie B dell’ASD Handball Città Sant’Angelo. Una stagione che si preannuncia ricca di obiettivi e carica di ambizioni, con la volontà di scrivere pagine memorabili di questo sport sia all’interno del contesto angolano, in quello abruzzese e nazionale.

LA RINIASCISTA DIRIGENZIALE – La nuova società è nata due anni fa quando Gabriele D’Elia, ex giocatore e attuale presidente, insieme a Mauro Martellini, Guido Semprini e Matteo D’Alonzo hanno preso le redini dell’ASD. L’anno successivo altre tre storiche bandiere locali sono entrate a far parte dell’asset dirigenziale, ovvero: Andrea Mariotti, Claudio Presutti e Marcello Gabriele. Un pacchetto societario che conosce molto bene la pallamano e sono legati da quel senso di sana appartenenza e amore viscerale per il paese di Città Sant’Angelo.

LA RINASCITA SPORTIVA – Un progetto nuovo ma che ha posto già le prime solide fondamenta nella passata stagione. La squadra, sotto la guida tecnica di Gabriele D’Elia, ha sfiorato addirittura la promozione in A2. Il sogno si è interrotto solo in finale contro la corazzata Ogan Pescara. La voglia di rivalsa e tanta cosi come quella di dare continuità ad un progetto che ha già una base di spessore. A differenza del passato campionato, però, la novità sarà Marcello Gabriele che è stato nominato nuovo allenatore. D’Elia, oltre a ricoprire il ruolo di presidente, sarà il responsabile del settore giovanile.

Il diktat resterà sempre lo stesso: dare spazio ai giovani. Anche quest’anno la Prima squadra sarà formata da ragazzi Under 20 con l’aggiunta di quattro atleti d’esperienza. Infatti, sono tornati a vestire la maglia angolana giocatori che in passato hanno disputato il massimo campionato di A1.

GLI OBIETTIVI – L’Handball CSA disputerà la prima fase nel raggruppamento che vedrà protagoniste le squadre abruzzesi e quelle marchigiane. Oltre al raggiungimento del massimo risultato possibile della Prima squadra, l’obiettivo e la premura della dirigenza è anche quello di far crescere il proprio settore giovanile cercando di far leva sulle attività scolastiche. Una realtà che mira e ambisce a crescere passo dopo passo con la speranza che tutto questo possa avvenire anche grazie al contributo delle attività locali.

 

 

 

foto ((Ph.Emanuele Biancofiore)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi