La Securfox Ferrara espugna Mestrino e aggancia la quinta posizione della classifica.

MESTRINO (PD) – Solo una partita, ma tanti punti positivi. La Securfox Ariosto Ferrara torna in Emilia dalla prima delle due trasferte venete ravvicinate con due punti e una Radovic gradualmente in fase di recupero. Le buone notizie non finiscono qui: il ko interno, contro pronostico, di Prato contro Teramo, permette alla Securfox di mettere due punti fra sè e la prossima avversaria in calendario, e aggancia Casalgrande a quota 10 punti al 6° posto.

IL MATCH: Coach Carlo Britos opta per uno starting seven composto da Elisa Ferrari fra i pali, Marjana Tanic, Mari Petrova e Fer Marrochi sugli esterni, Capitan Soglietti e Chiara Ferrara in ala e Angelica Manfredini a completare in pivot.

Soglietti preme immediatamente il piede sull’acceleratore e porta Ferrara avanti 2-0 dopo 2′. Pugliese e Stefanelli guidano la reazione per il contro sorpasso sul 4-3 al 8′. Il primo tentativo di allungo locale, grazie al contropiede finalizzato da Pugliese per l’8-6, costringe coach Carlos Britos a spendere il primo time out. Ferrari disinnesca bene Lain e dall’altra parte una scatenata Ferrara prima impatta a quota 9 al 19′ e poi segna anche il sorpasso sul 10-9 costringendo coach Flores Huerta al minuto di sospensione. In un primo tempo gradevolissimo e spettacolare, è l’Ariosto a piazzare la zampata decisiva grazie alla doppietta di Petrova per il 14-15 che manda le squadre negli spogliatoi.

Il secondo tempo riparte nel segno di Petrova: la giovane terzina segna due reti e riporta le ospiti sul +2 (15-17) al 5′. Marrochi arrotonda il vantaggio con una lesta mossa dai 6 metri su palla vagante. Manfredini raccoglie dai 6 metri un prezioso invito di un’ispirata Tanic e un’azione più tardi – dopo la parata di Ferrari, Chiara Ferrara si ritrova dall’angolo un invitante pallone trasformato nel massimo vantaggio assoluto della Securfox (16-20) al 40′. L’asse Tanic-Manfredini fa malissimo e le emiliane mettono un’ipoteca sul match grazie alla cinica Angelica Manfredini per il 21-26 al 48′. E’ l’episodio che direziona il match definitivamente: Ferrara allunga il margine ulteriormente capitalizzando un contropiede aperto da Marrochi per il 22-29 al 51′ che impone il 2° timeout alle venete.  E’ il sipario della partita la generosità di Mestrino non è sufficiente per rientrare in partita negli ultimi 10′ e Ferrara festeggia e manda a referto un prezioso 29-35.

TABELLINO 

Pallamano Mestrino vs Securfox Ariosto Ferrara 29-35 (14-15)

Mestrino: Dalle Fusine 1, Stefanelli 6, Losco, Rubin 4, Veggo, Lain 7, Dyulgerova, Piva, Chiarotto, Jevremovic, Bucur, Campagnaro 3, Shima, Pugliese 3, Kyrillova, Rauli 2. All. Flores Huerta

Securfox Ferrara: Ferrari, Ferrara 7, Pavanini, Manfredini 4, Tanic 1, Janni, Vitale, Lo Biundo 1, Marrochi 3, Angelini, Ottani, Soglietti 8, Petrova 9, Radovic 2. All. Britos

RISULTATI 10^ GIORNATA 

Salerno vs Brixen 27-27

Mezzocorona vs Erice 22-34

Pontinia vs Casalgrande 35-23

Mestrino vs Securfox Ferrara 29-35

Padova vs Cassano Magnago 24-30

Prato vs Teramo 27-30

CLASSIFICA SERIE A1F: Pontinia 18, Salerno 17, Erice 16, Brixen 13, Cassano Magnago 12, Casalgrande 10, Securfox Ariosto Ferrara 10*, Prato 8, Cellini Padova 7*, Mezzocorona 3, Mestrino 2, Teramo 2.