L’Alì-BestEspresso Mestrino sfiora l’impresa ad Oderzo

L’Alì-BestEspresso Mestrino si ferma a un passo dall’impresa a Oderzo, sconfitto di misura in rimonta dalle padrone di casa dopo una gara giocata con grande cuore. Dopo il primo vantaggio firmato Stefanelli dai 7 metri, è Oderzo a prendere in mano le redini dell’incontro andando a segno con Di Pietro, Pugliara, Pizzutto e Ucchino (4-1 al 6′). Il vantaggio opitergino si mantiene a tre lunghezze fino al 10′ (6-3), poi due esclusioni quasi consecutive (di cui una a Jovanovska per una spinta su Djiogap in salto, che costringerà la mancina mestrinese in panchina per il resto della gara) danno carica a Mestrino che inizia la sua rimonta: le gialloverdi, grazie a una super Luchin e all’ottimo lavoro di squadra finalizzato dal trio Cazzola-Jevremovic-Stefanelli, infilano un parziale di 0-5 che le porta in vantaggio sul 6-8 al 21′. Le padrone di casa accorciano le distanze, ma Mestrino riesce a controllare al meglio gli attacchi delle giallonere, che appaiono in confusione: le ragazze di mister Lucarini serrano i ranghi in difesa e mantengono alta l’efficacia offensiva, penetrando su tutto il fronte d’attacco e andando al riposo in vantaggio 7-13. Nella ripresa Oderzo sa che deve reagire per recuperare lo svantaggio e si fa più concreto dalle parti di Luchin, ma Mestrino riesce inizialmente a rispondere colpo su colpo (9-15 al 40′). Le padrone di casa accelerano e dimezzano lo svantaggio con Ucchino, Pugliara e Di Pietro (12-15 al 45′), ma Lucarini e compagne resistono e riescono a riprendere il largo con un ottimo gioco corale: è la stessa Lucarini a siglare il nuovo +5 dai 7 metri (14-19 al 50′). Purtroppo, il rigore trasformato dalla bomber mestrinese è l’ultima rete ospite del match: l’attacco gialloverde perde di efficacia, e Oderzo inizia una rimonta concretizzata al 58′ con Jovanovska con una rete forse viziata da un’infrazione di doppio palleggio non ravvisata dai direttori di gara (20-19). Nell’ultimo minuto e mezzo nulla più accade, e Oderzo strappa in maniera tanto rocambolesca quanto insperata i 2 punti in palio. È grande il rammarico nelle fila gialloverdi, per un successo sfumato negli ultimi 10 minuti di una gara giocata con un grandissimo cuore: resta comunque l’orgoglio per la grande prestazione messa in campo contro una delle più serie pretendenti allo Scudetto, prestazione che ha ampiamente riscattato (se non nel risultato, almeno nel gioco e nell’impegno) quella abulica offerta a Cassano. Con tre gare rimanenti in regular season, Mestrino mantiene i 3 punti di vantaggio sul quinto posto occupato da Cassano, e dovrà lottare con le unghie e con i denti per trovare la salvezza passando dalla porta principale che porta ai playoff: giocando come ieri, le gialloverdi non partono battute contro alcun avversario.

MECHANIC SYSTEM ODERZO – ALÌ-BEST ESPRESSO MESTRINO 20-19 (p.t. 7-13)
MECHANIC SYSTEM ODERZO: Costa 1, Di Pietro 6, Felet (p), Gherlenda, Jovanovska 3, Lolli, Marsano 2, Meneghin (p), Panayotova, Pizzutto 1, Pugliara 3, Rauli, Traini, Ucchino 4, Vitobello. All. Giovanni Nasta-Alessandro Cavallaro.
ALÌ-BEST ESPRESSO MESTRINO: Braga (p), Campagnaro, Casetti 1, Cazzola 3, Djiogap, Jevremovic 5, Lucarini 3, Luchin (p), Marcon, Pugliese 2, Sabbion, Shima (p), Stefanelli 5, Zikulari, Zuin. All. Giuseppe Lucarini.
Arbitri: Prandi-Ambrosetti

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi