L’Aretusa supera anche Conversano, siciliane in crescita costante

L’Aretusa supera anche Conversano. E lo fa con un’autentica prova di forza. Le ragazze di Andrea Izzi e Antonio Costa non perdevano proprio dalla gara di andata in Puglia. Da allora sei risultati utili consecutivi, cinque vittorie e il pari con la capolista Teramo a certificare una crescita costante che a tre gare dal termine potrebbe voler dire play off. La terza di ritorno del girone D di Serie A2 femminile di pallamano, scontro per il secondo posto, è andato dunque alle aretusee che hanno imposto sin da subito il proprio ritmo. L’avvio è dell’Aretusa. Che con Ceklic si porta sul 4-1 nel giro di 8′, merito anche del portiere Strano che para due rigori a Caccioppoli e Coppola. Ma Conversano non molla, con la consueta grinta che la contraddistingue e si riporta in parità (4-4) al 10′ sempre con Caccioppoli e Coppola. Coach Izzi si fa sentire e sale in cattedra Faig che piazza un paio di break, unitamente a Giallongo e Lattuca e l’Aretusa prova una prima fuga (13-9) a 4′ dal termine della prima frazione. Spada e Giallongo allungano ancora ma un break di Conversano con Aftodor riaccorcia le distanze e all’intervallo si va sul +5 Aretusa. In avvio di ripresa si viaggia ad un gol per ogni ribaltamento d’azione. Gli animi però si surriscaldano per due reti non convalidate all’Aretusa: la conclusione di Faig oltrepassa la linea ma per i direttori di gara non è così, ancora più clamorosa la palla di Spada al 10’30” con la conclusione di quest’ultima che tocca il paletto interno alla rete. Anche in questo caso gli arbitri lasciano correre come se la sfera avesse colpito il palo. Animi accesi anche al 16′ quando l’arbitro vede un colpo al volto su Caccioppoli e decide di espellere definitivamente Giallongo. Ma l’Aretusa non si fa condizionare, anzi aumenta i giri trascinata da Ceklic, Faig e Spada che portano al massimo vantaggio (+8) a 8’30” dal termine. E finisce 33-22, proprio come all’andata in favore delle pugliesi. Questo vorrà dire che anche a parità di punti, poi varrà la differenza reti complessiva. Dopo la sosta di Pasqua, le aretusee saranno di scena a Fondi, due settimane dopo in casa contro Flavioni e poi chiusura in casa della Cassa Rurale Pontinia, prima della pausa all’ultima giornata. Tre match per capire se ai play off per la A1 a fine maggio a Chieti ci sarà anche la compagine di Andrea Izzi e Antonio Costa.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi