L’Ariosto Ferrara attende Nuoro, Vitale: “Stiamo lavorando sulla nostra difesa”

L’Ariosto prova a mettersi nella scia delle migliori della classe. Anticipando la gara alle ore 15, in un “Pala Boschetto” ancora obbligatoriamente deserto, le ragazze di coach Carlos Britos tenteranno di centrare la quarta vittoria nelle ultime cinque gare al fine di attestarsi nella fascia sinistra della graduatoria del massimo campionato femminile di pallamano. Coach Britos, che potrà far leva su un roster ormai giunto alla terza settimana di lavoro al gran completo, cercherà di ripartire dalla granitica difesa messa in campo contro Cingoli per avere la meglio delle sarde, reduci dal prezioso e prestigioso pareggio interno imposto all’ “euro” Mestrino. 

Qui Nuoro: La selezione allenata da coach Roberto Deiana è caratterizzata dalla fitta presenza di tante giovani atlete di potenziale notevole. Le terzine Kriztina Kalla (’92) e Sandra Radovic (’98), assieme alla centrale Domenica Satta e le ali Maida Cester (’95) e Silvia Basolu (’97) sono le uniche “over 22” a guidare un roster decisamente futuribile ed a caccia della permanenza nella massima serie. Realizzativamente parlando, Nuoro di prende la 5^ e la 6^ piazza con il terzino Michela Notarianni, con 56 reti in 9 gare, e Domenica Satta che ha messo sin quì a referto 51 reti (5.6 per gara).

Gabriela Vitale (Portiere Ariosto): “Il segreto dei risultati colti nelle ultime settimane sono da ricercarsi nel lavoro duro in palestra e nella possibilità di poterci allenare al completo. Noi non ci vogliamo porre dei limiti, bensì speriamo di poter crescere ancora seguendo i consigli del nostro staff e di coach Britos.  Stiamo lavorando molto sulla nostra difesa: ci stiamo concentrando sulla cura minuziosa dei dettagli ed ora, potendo ruotare tutte in palestra, stiamo assimilando più rapidamente le nozioni della fase di non possesso.  Nuoro è una squadra giovane ma con dei punti di forza ben delineati. Il pareggio da loro colto nell’ultimo turno interno contro una squadra di grande qualità come Mestrino, è la testimonianza che la partenza difficile non le ha piegate ma anzi stanno reagendo con la voglia di uscire dalle zone “pericolanti” della classifica. Questo è un campionato particolare, caratterizzato dalla grande incertezza: mai come in questo caso ogni settimana, e di conseguenza ogni avversario, vanno valutate a livello singolo. 

 

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi