L’HAC Nuoro perde Luisella Podda

L’Handball Athletic Club Nuoro comunica che Luisella Podda non farà parte del roster che si presenterà ai nastri di partenza del prossimo campionato di Serie A1 Femminile.

Pur augurando alla giocatrice le migliori fortune sia in ambito sportivo che personale, la società non può fare a meno di esprimere pubblicamente il proprio rammarico, soprattutto in considerazione del fatto che la giocatrice, ormai da oltre un mese, aveva offerto la propria disponibilità a proseguire il suo percorso con la maglia dell’HAC.

Un cambio di rotta repentino, quello operato dall’atleta, che reca non pochi danni nell’organizzazione tecnica della squadra, anche perchè giunge a poche settimane dall’inizio dei campionati. Non solo: l’Handball Athletic Club Nuoro desidera – sulla scia di quanto già denunciato dalla Pallamano Oderzo – porre l’attenzione sul modus operandi di talune società del massimo campionato nazionale, che agiscono sul mercato in spregio alle regole del buon senso e della solidarietà raccomandate, peraltro, anche dalla Federazione Nazionale all’indomani dell’emergenza Covid-19.

L’HAC vede così dilapidato un lavoro durato circa 10 anni. Reclutata alle Scuole Elementari durante i progetti seguiti dal coach Roberto Deiana, infatti, Luisella Podda è cresciuta umanamente e tecnicamente all’interno del club, arrivando fino all’A1 e conquistandosi addirittura le attenzioni della Nazionale maggiore. Ora la separazione, dolorosa soprattutto per le sue modalità. Sotto il profilo strettamente formale i regolamenti sanciranno senz’altro la legittimità del trasferimento nella nuova società, ma l’HAC desidera invitare il mondo della Pallamano Femminile a una riflessione collettiva ben più ampia, che coinvolga quei principi di lealtà e di trasparenza sempre meno adottati nel corso delle campagne di trasferimento delle atlete. Dietro al mercato ufficiale, infatti, negli ultimi mesi se n’è sviluppato un altro, ben più oscuro, fatto di contatti diretti con le atlete e le loro famiglie, senza mai un consulto con il club di appartenenza. Per il bene del movimento nazionale e per la sua integrità, è ora che venga posto un freno a questi atteggiamenti.

error: Il contenuto è protetto!