L’Hac OjSolution lotta ma cade anche a Cassano Magnago

Venti minuti a buon livello non bastano all’Hac OjSolution Nuoro, costretta ad arrendersi al PalaTacca di Cassano Magnago nell’ultima sfida del girone d’andata del campionato di A1. Le padrone di casa si impongono per 37-23 e raggiungono il quinto posto in graduatoria, mentre l’Hac deve concludere il 2019 senza successi all’attivo. L’inizio di gara era stato promettente per le ragazze guidate in panchina da Massimiliano Bellu, capaci di giocare punto a punto con le rivali e di trovare in un paio di circostanze anche la testa nel punteggio. L’equilibrio però si è rotto attorno al 20′, quando le lombarde hanno allungato per la prima volta sul +2 (13-11). L’Hac si è vista negare dal palo il punto del -1, e sul capovolgimento di fronte ha incassato la rete del 14-11. Cassano Magnago, allora, ha preso il sopravvento, e con un break di 8-1 si è portata alla pausa in netto vantaggio sul 18-11. Nel secondo tempo le nuoresi, fiaccate dal lungo viaggio per raggiungere il PalaTacca, non hanno più avuto le forze per mettere in discussione l’esito della gara, vinta dalle padrone di casa per 37-23. Con la fine del girone d’andata si è definito anche il quadro dei gironi del Qualification Round di Coppa Italia. L’Hac OjSolution è stata inserita nel Gruppo 1 assieme a Oderzo e Cassano Magnago.

Pallamano Cassano Magnago-Hac OjSolution Nuoro 37-23 (18-11 p.t.)

Cassano Magnago: Barbosu 2, Brogi, Canziani 4, Clerici 3, Cobianchi 10, Dal Balzo 7, Ferrazzi, Jovovic, Laita 1, Milosevic, Montoli 2, A. Piatti 1, S. Piatti, Ponti, Romualdi 7, Zanellini. Allenatore: Matteo Bellotti

Hac: Basolu 6, Bellu 2, Berni 1, Bole 1, Davoli 1, Demurtas 1, Filindeu, Lostia, Notarianni 5, Podda 3, Radovic 3, Sitzia. Allenatore: Massimiliano Bellu

Arbitri: Bassan e Bernardelle