L’HC FIDALEO FONDI CADE IN MALO MODO A SIRACUSA

Quella del Pala Lo Bello non è stata l’HC Fidaleo Fondi vista per tutto il girone di andata, anche se nei primi 15’ la squadra di Macera sembrava essere al passo con le padrone di casa. In seguito, tuttavia, le fondane non hanno retto mentalmente e si sono fatte surclassare dalle siciliane, che non le hanno risparmiato alcun errore. Nell’ultima giornata di andata del girone meridionale del campionato nazionale di serie A2 femminile, infatti, arriva la sesta sconfitta consecutiva per l’HC Fidaleo Fondi, battuta in trasferta dall’Aretusa.

A mettere per prime la palla in rete erano proprio le padrone di casa con la conclusione di Romano, alla quale controbatteva subito capitan Conte. Era ancora l’Aretusa a portarsi in vantaggio, ma immediata era la reazione delle rossoblù che superavano per la prima volta le avversarie grazie ad un minibreak di 0-3 (3-4 al 5°). Le siciliane conquistavano prontamente il punto del pareggio, ma era la solita Conte a trascinare le sue compagne e a guidarle sul +2 (4-6). A quel punto le fondane andavano in blackout e subivano l’avanzata delle padrone di casa che, con un parziale di 4-0, ribaltavano la situazione e si portavano sull’8-6. Da quel momento la partita proseguiva punto a punto con le siciliane sempre un passo in avanti rispetto all’HC Fidaleo Fondi. A circa 5’ dalla fine della prima frazione di gioco, però, le fondane perdevano la concentrazione e consegnavano la gestione del match all’Aretusa. Le padrone di casa, con un parziale di 5-0, prendevano il largo e chiudevano il primo tempo sul 19-11.

Nella ripresa le cose non cambiavano: l’Aretusa rientrava in campo più determinato che mai e metteva subito in rete la palla del 20-11. Le fondane non ci stavano a perdere malamente e tentavano di accorciare le distanze con un minibreak di 0-2, portandosi sul 20-13. A metà della ripresa, però, un’insolita HC Fidaleo Fondi mollava decisamente la presa, facendo sì che le padrone di casa prendessero il largo e sul punteggio di 40-23 arrivava il fischio finale.

È stata una partita dai due volti! Siamo scesi a Siracusa con la voglia di fare risultato contro un’avversaria a noi vicina a livello di punti, ma purtroppo questo non è avvenuto ha dichiarato a fine match mister Macera –. Non è una giustificazione, ma dobbiamo tener conto che è stato un viaggio turbolento a causa del mal tempo, per cui abbiamo dovuto fare conti anche con i malanni del viaggio”. Sul match: “Inizialmente siamo scesi in campo molto bene, tanto che abbiamo retto per gran parte del primo tempo, avendo anche la possibilità di andare sul +3, cosa che purtroppo ci è stata negata da una dubbia segnalazione della coppia arbitrale. Poi, una volta che le avversarie ci hanno rimontate, si è ribaltata la partita. Per la prima volta in stagione ho visto un calo fisico e mentale delle mie ragazze, le quali non sono riuscite a reagire nel corso della gara”. Non propriamente il bicchiere mezzo vuoto per il coach rossoblù: “Nonostante ciò si sono comunque viste comunque buone trame di gioco, seppur a tratti, ed è proprio su questo che dobbiamo lavorare e migliorarci, andando verso la continuità di gioco. Il risultato non rende giustizia alle ragazze, ma dobbiamo comunque accettarlo e dare plauso alle nostre avversarie che rappresentano un bel gruppo, in modo particolare in casa e quando sono al completo. C’è l’amarezza di non aver giocato questa partita come nelle nostre possibilità, ma deve essere d’incoraggiamento il fatto che abbiamo tenuto testa all’avversario per almeno 25’ e che quindi la nostra giovane età non è poi un ostacolo così grande. Tutte le sconfitte ricevute fanno parte del percorso di maturazione tecnico e tattico che stanno intraprendendo queste ragazze ed anche i lunghi viaggi ai quali sono andate in contro contribuiscono a fortificarle. Nella seconda parte del campionato avremo molte più partite da giocare in casa e questo non può che venirci a favore. Avremo tutto il tempo per rifarci e continuare a dimostrare quanto stiamo crescendo”.

Con la pausa natalizia le giovani fondane avranno il tempo per riflettere sugli errori commessi in questa prima parte di campionato e lavorare intensamente negli allenamenti per dimostrare, nella seconda parte di stagione, tutto il loro prezioso valore.

Aretusa – HC Fidaleo Fondi 40-23 (19-11 P.T.)

Aretusa: Cardullo 5, Di Nicolò, Giallongo 8, Lattuca 4, Romano 8, Spada 5, Micciulla 10, Magro, Inì, Intagliata, Notarmuzzi, Sortino, Zimitti. All. Izzi.

HC Fidaleo Fondi: Conte 11, Amicucci 4, Man. Manzo 2, Zizzo, Mar. Manzo 4, Saggese, Lombardi, Peppe, Saraca, Guglielmo 1, Giardino 1. All. Macera.

Arbitri: Cardaci-Tilaro.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi