L’Hc si arrende al Bologna United, gli emiliani passano 34-25 al Colle Gioioso. Coach Vultaggio non molla: “Ora nuovo corso, il campionato è tutt’altro che finito”.

HC Monteprandone-Bologna United 25-34

MONTEPRANDONE: Mucci, Grilli 2, Forlini 5, Vagnoni, Evangelista, Coccia, Khouaja 5, Di Girolamo 3, Cani 2, Martin 5, De Angelis, Tritto, Simonetti, Salladini 2, Stauble 1, Cela. All.: Vultaggio.

BOLOGNA: Sidibe 9, Brauneck 1, Rossi 1, Segapeli 3, Gradi 6, Cavalera 1, Pochet 2, Wolf 7, Ciacco, Ragazzoni 3, Vita Finzi, Musa 1, Severino.  All.: Di Matteo.

Arbitri: Pasqualin e Rossetti.

NOTA: parziale primo tempo, 11-16.

MONTEPRANDONE – È amaro il saluto dell’Handball Club Monteprandone al palazzetto di via Colle Gioioso. Nell’ultima gara casalinga del 2022 la squadra di coach Vultaggio si arrende al Bologna United, anche se il punteggio finale (25-34) non rende giustizia alla prestazione dei verdi, ben oltre le ultime tre reti emiliane maturate proprio nei 60 secondi conclusivi.

Monteprandone arriva al penultimo appuntamento dell’anno senza il terzino sinistro classe ’96 Russello, col quale la società – ora di nuovo sul mercato – ha deciso di sciogliere il rapporto anticipatamente. Primo tempo tutto sommato equilibrato con l’HC che riesce a restare in partita. Si va all’intervallo sull’11-16.

Poi nella ripresa stesso spartito e ospiti che però scavano ulteriormente il margine, fino all’epilogo troppo severo per Monteprandone.

Coach Andrea Vultaggio, infatti, alla fine commenta: “È andata male, credo che il punteggio ci punisca in modo eccessivo. Bisogna sapere accettare certe sconfitte e trarne i giusti insegnamenti. Per noi adesso, dopo la prossima durissima trasferta di Cingoli, inizierà un nuovo corso. Sono molto contento della risposta della squadra dopo i recenti cambiamenti: sarà necessario un periodo di riadattamento al nuovo assetto in campo. Questa e la prossima, con un avversario non proprio alla portata, ci consentirà insieme alla sosta natalizia di arrivare nelle condizioni ideali per le sfide del nuovo anno”.

E poi: “Con ancora 13 gare a disposizione il campionato è tutt’altro che concluso. Non solo. Stiamo tornando sul mercato per un terzino sinistro e sono certo che prima di gennaio saremo al completo per dare battaglia su tutti i campi” conclude Vultaggio.