Mare in tempesta per l’Olimpic, perdono entrambe in casa le formazioni di A2 e Under 15

Giornata decisamente negativa per le squadre Olimpic, la formazione Under 15 perde contro la Poggibonsese per 17 a 29, mentre nel campionato di A2 i massetani cedono all’Ambra per 19 a 28. Esordio amaro nel campionato Under 15 che vede l’Olimpic arrendersi contro una formazione decisamente più tonica e fisicamente dotata. La squadra metallifera ha paura di fare le cose che abitualmente esegue a memoria e gli errori di grammatica non giovano alla condizione generale sul campo, penalizzata anche da assenze importanti. Troppe le palle perse in attacco, mentre in difesa la marcatura sul possente pivot avversario è praticamente impossibile, tanto quella a uomo sui terzini. Timido risveglio nel secondo tempo, quando i cambi nella Poggibonsese, consentono un confronto fisico almeno paragonabile. Ancora un po’ di lavoro sui fondamentali e la ricerca dell’equilibrio nei ruoli, per rivedere l’Olimpic alla quale siamo abituati. Under 15 in campo: Spadini D. (9), Tasselli D. (2), Tassoni S. (1), Qosja S. (4), Paradisi A., Piccinelli D., Chesi G., Bizzarri F., Giovannetti C. (1), Veliu F., Salioski Adis, Selmari R. All. Bargelli SimoneLa formazione di Serie A2, tenta invano di regalare la seconda vittoria casalinga ai numerosi sostenitori presenti. L’Ambra, da sempre formazione ostica e dotata di singoli di alto profilo tecnico, non si smentisce e argina con ruvida determinazione gli attacchi massetani; i tentativi di penetrazione di Gai vengono fermati con le buone o le cattive ed anche la stazza di Maiella viene messa a dura prova dagli interventi (spesso sanzionati) degli avversari poggesi. I tentativi di tiro da oltre i 6 metri, unica soluzione possibile, incontrano le leve dell’imponente portiere avversario, mentre dalle ali non passa uno spillo. Zorzi, al rientro da un’importante infortunio, ci mette del suo e le saettanti conclusioni impegnano l’estremo dell’Ambra, ottima come sempre la prestazione di Raia tra i pali dell’Olimpic ma il solco ormai è tracciato ed il primo tempo si chiude con gli ospiti in vantaggio per 16 a 8. Nella ripresa mister Botti rinfresca l’organico, Ruberto rileva Maiella, Bargelli Emilio sostituisce l’espulso Beneventi e Rahmani per Raia tra i pali, la partita si fa sempre più nervosa, ma il generoso Ruberto rimette un po’ d’ordine tra le file dei metalliferi e soprattutto segna 7 reti, mentre in difesa Rahmani è autore di 5 chiusure consecutive su altrettanti tiri, più che buona la sua performance. Nel finale anche Gai prende fiato in panchina e si cura le numerose botte ricevute, entrano anche il resto dei convocati per la conclusione in leggera risalita. Prima di ogni contesa, le squadre hanno osservato un minuto di silenzio per ricordare la figura di Mario Tarabochia, fondatore della Società U.S. Olimpic, recentemente scomparso e tutti i giocatori Olimpic esponevano il lutto al braccio. L’Olimpic A2 in campo: Bargelli E. (1), Beneventi E., Maiella A. (3), Ovi A. (1), Raia A., Gai G. (3), Rahmani A., Veliu B., Zucca Y., Ghini F., Ceccherini R. (1), Veliu V., Ruberto A. (7), Zorzi A. (3) All. Botti Riccardo, Bargelli Simone

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi