Misano, storica affermazione per la Pallamano Aretusa

La formazione under 13 , guidata da Alfio Settembre, con la vittoria 18-14 contro il Modena, vince il torneo che di fatto è una sorta di campionato nazionale per la categoria. Partita difficilissima per i giovanissimi aretusei che nel primo quarto, bloccati dall’importanza della posta in gioco, hanno completamente ceduto le redini del gioco agli avversari bravi ad  approfittarne dominando il gioco  portandosi  avanti fino al  7-1. Ma, quando ormai tutti pensavano ad una partita segnata nel risultato, la squadra ha ritrovato coraggio, determinazione, voglia di giocare e attenzione, mettendo in atto una entusiasmante rimonta e riuscendo a mettere 4 goal di vantaggio tra se e gli avversari. Vantaggio conservato fino al fischio finale e ai meritatissimi festeggiamenti  per la conquista del titolo. Carnemolla, infantino, Vasquez, Bellamacina, Yatawarage, Caramagno, Settembre,Galbookka, Gafà, Mascali, Mazzone i piccoli eroi che per la prima volta portano a Siracusa questo importantissimo titolo  dell’attività giovanile nazionale. Un plauso ai giovani modenesi, unici capaci di battere i siracusani nel girone di qualificazione. Dopo qualche ora  è stato il turno dell’under 15 che, opposta al Bologna United, società di grande tradizione pallamanistica, erano riusciti ad indirizzare la partita a proprio vantaggio fino a quando una ingiusta esclusione per Faraci e l’infortunio di Izzi , hanno costretto il Mister Settembre a rivedere il piano partita non offrendogli opportunità di variare la strategia. Partita punto a punto fino all’allungo dei felsinei a 5 minuti dalla fine. Purtroppo a causa gli errori in fase di impostazione dei siracusani, non è più stato possibile ricucire lo strappo, nonostante le ultime concitate azioni di gioco . 26-24 il punteggio finale. Rimane la soddisfazione di un ottimo secondo posto che fa assurgere l’Aretusa come una delle principali società nazionali in ambito giovanile confermando la soddisfazione del presidente Villari del vicepresidente Santoro  e del dirigenti Faraci, nonché dei numerosi genitori accorsi a tifare per i propri piccoli campioni. Carnemolla, Izzi, Bruni, Santoro, Giuliano, Faraci, Ciavorella, Parisi, Accolla, Iurato, Pistritto, Faraci gli atleti della formazione under 15 “Questi risultati, fortemente voluti dai nostri atleti, ancorché dalla società” sono le parole del Presidente Villari, “rappresentano per noi motivo di vanto ed orgoglio, nonché in punto di partenza e di responsabilità per il futuro. Aver potuto verificare di avere le potenzialità e le capacità, organizzative. societarie e tecniche per competere con le principali realtà nazionali, ci inorgoglisce e nello stesso tempo ci da una responsabilità nei confronti di tutto il movimento che adesso vede in noi un punto di riferimento importante”. Un soddisfattissimo Santoro aggiunge:” Il prossimo anno, il secondo dalla nascita della società, sarà un anno di ulteriori conferme e sviluppi sopratutto in ambito giovanile, stiamo portando avanti collaborazioni con gli istituti scolastici per avvicinare quanto più possibili ragazzi alla nostra disciplina e provare a continuare in questo processo di crescita “