Modena, “niente calcoli, vincere ancora”

Il girone C del campionato di A2 maschile ha terminato la Regular Season e si appresta a vivere i Play-off. La stagione regolare ha visto elevarsi una squadra su tutte: il Modena. Dopo la promozione in massima serie sfiorata nella passata “temporada”, quando a salire di categoria fu il Tavarnelle, gli emiliani hanno serrato i ranghi e sono partiti con la stessa ambizione e con una fame, se possibile, maggiore. Tredici vittorie ed una sola sconfitta, 38 punti totali e distacco di otto lunghezze dalla seconda rappresentata dal Ferrara United, ultima squadra a capitolare nel derby che ha chiuso la prima fase. Sul sito ufficiale della società, si legge, la carica per continuare sullo stesso percorso vittorioso intrapreso da mesi persiste e noi riportiamo le parole interamente: “E adesso pensiamo al nostro futuro. Come sempre , terminata una partita vittoriosa, il tempo di gioire è breve perché subito dietro l’angolo c’è già una nuova sfida da affrontare, in questo caso i Play-Off. Non ci sarebbe errore peggiore di quello di adagiarsi sugli allori e sulla celebrazione del risultato perseguito perché lo sport non si ferma e tutti gli avversari sono già al lavoro per cercare il loro momento di gloria, per perseguire a loro volta l’obiettivo della promozione in serie A. Sono rimaste in 4, le migliori del gruppo, e sarà senz’altro battaglia fino alla fine. La Scuola Pallamano Modena consolida senz’altro la propria autostima grazie ad un percorso agonistico impeccabile, una sola sconfitta in trasferta alla ripresa del campionato dopo una lunga interruzione, uno stop attribuibile senz’altro ad una cattiva serata e alla difficoltà di riprendere toni e passo agonistici dopo gli ozi invernali. E’ la conferma, fino ad ora ,di una stagione eccezionale. Una stagione in cui la squadra ha evidenziato un buon impianto di gioco, ha saputo affrontare e risolvere i vari problemi che si succedono normalmente nell’arco di una stagione agonistica quali infortuni, assenze, appannamenti, è riuscita a metabolizzare i momenti di crisi e ha fatto del collettivo la propria arma di forza a sostegno dell’innegabile talento dei singoli. Ciò detto bisognerà comunque mantenere alta la concentrazione perché se è vero che, tutte le partite contro quelle che saranno le nostre avversarie nei play off, sono state vinte è altrettanto vero che sono state vinte soffrendo e lottando, giocando punto su punto , con risultato sempre in bilico trasformato in vittoria  solo al termine  di lotte estenuanti. Nei play off , la storia ci insegna che sono determinanti due condizioni, la freschezza atletica con la quale si perviene a quest’ultimo momento agonistico e la fame di vittoria. Fra 3 settimane ci sarà la prima sfida, probabilmente il nostro avversario sarà il Prato e già in questa trasferta bisognerà essere pronti dal punto di vista atletico e mentale. I 9 punti in dote sono indubbiamente un vantaggio  che premia un percorso vittorioso, ma bisognerà andare in campo per vincere partita dopo partita a conferma di quanto è già stato fatto, con ancora maggiore determinazione e consapevolezza. La mentalità giusta deve essere quella di non utilizzare il bonus, ma di spendere la propria forza e la propria determinazione per guadagnarsi nuove vittorie, partita dopo partita, senza calcoli utilitaristici.”