Monika comes back: Salerno riabbraccia Prunster

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. E’ il caso di Monika Prunster (nella foto ai tempi della Jomi Salerno ndr), portiere classe 1984, di ritorno in Campania, alla Jomi Salerno, dopo aver vestito la maglia del team federale “Futura” a Roma. Il ritorno dell’estremo difensore certifica le grandi ambizioni della compagine cara al presidente Pisapia, le stesse che potrebbe realizzare con Valentina Landri, altro acquisto da poco ufficializzato, con cui ha condiviso l’esperienza nella Capitale. Nella stagione che sta per cominciare formerà con Elisa Ferrari la coppia di portieri con cui partirà alla caccia degli obiettivi stagionali. L’ex capitano di Futura, con 48 presenze all’attivo in Nazionale, ha dalla sua un bagaglio qualitativo notevole che metterà al servizio della squadra campana per aiutarla a conquistare il campionato ed a ben figurare nella Challenge Cup, che vedrà le avversarie dell’Haukar come primo ostacolo, nel Round 3.
Prunster comincia con la pallamano all’età di dodici anni nel suo paese, Schenna, in cui ha giocato fino ai ventisei. Nel 2006/2007 vince il campionato di A2 raggiungendo i play-off promozione dove affronta le siciliane dell’Hybla Major ed il Conversano ma il grande salto non riesce per una differenza reti negativa proprio rispetto alle pugliesi. Riceve molte proposte ma la volontà di restare vicino alla famiglia ed al luogo in cui è nata la spinge a restare fino all’estate del 2010 quando arriva la chiamata del Salerno. Il fascino della squadra campione d’Italia in quel momento ha la meglio e non ci pensa due volte a trasferirsi al Sud. La carriera con la maglia della Jomi è fruttuosa al punto da conquistare 3 scudetti, 3 Coppa Italia e 2 Supercoppe in 4 anni. Grazie alle prestazioni con la maglia salernitana arriva anche la prima convocazione in Nazionale nel Novembre 2010, lo stesso anno del suo passaggio in Campania. Nel 2014 decide di trasferirsi a Roma, sposando il progetto federale “Futura”, con cui disputa tantissime partite internazionali ad alti livelli. Con la Nazionale di Beach Handball ha conquistato il bronzo agli Europei 2015 di Lloret de Mar (Spagna) in cui è stata premiata come miglior portiere della competizione e l’oro ai Mediterranei di Pescara dello stesso anno.
“Voglio ringraziare la Federazione che mi ha dato la possibilità, nonostante l’età, di partecipare al progetto Futura. – sottolinea Prunster – Ci tengo a ringraziare anche l’allenatore, lo staff e tutte le ragazze della squadra a cui faccio un grande in bocca al lupo per il futuro. Avevo altre proposte quest’anno però alla fine ho deciso di tornare a Salerno perché conosco la città, l’ambiente ed il caloroso pubblico. In questi due anni di lontananza ho comunque mantenuto i rapporti con molte compagne che ora ritroverò, sarà tutto molto più semplice. Mi aspetto un anno molto duro, c’è ancora da lavorare tanto per poter vincere qualche titolo ed io sicuramente non mi fermerò”.
Il Prunster-bis può dunque cominciare, l’augurio dei tifosi e della società campana è che possa essere ricco di vittorie come in passato.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi