Non basta la bella prestazione per l’HC Mascalucia, rammarico per la sconfitta contro l’Haenna.

L’Handball Club Mascalucia torna in campo e lo fa mettendo su una prestazione superlativa, che però non viene accompagnata, ancora una volta, dal risultato. 29-30 ed ennesima sconfitta in cui gli etnei avrebbero meritato qualcosa in più.

“C’è tanto rammarico – tuona mister Gulino ai nostri microfoni – ma non solo per gli ultimi 30 secondi. Ci sono stati tanti momenti in cui avremmo dovuto avere più pazienza, lucidità e disciplina, lavorando meglio qualche tiro. Il rammarico è aver preparato in un certo modo l’ultimo possesso e chiaramente ciò che rimane nella mente è quello”.

Una partita ricca di emozioni, sia tra i protagonisti in campo, visti gli ex Coppola da un lato e Quattrocchi dall’altro, sia per le panchine, occupate dagli ex Cardaci e Gulino. “Dispiace perché la prestazione messa in campo dai ragazzi è stata di alto livello – continua proprio Gulino. Abbiamo lavorato le ultime due settimane su questo nuovo modello di difesa mai messo in atto prima d’ora e penso di non bestemmiare se dico che la squadra avrebbe meritato la vittoria per quanto visto sul rettangolo di gioco durante l’arco di tutta la gara”.

Dopo questo risultato non resta altro che continuare la marcia, che vede il Mascalucia recriminare qualcosa di troppo in virtù dei soli 7 punti fin qui conquistati: “Va preso il meglio da questa prestazione: sono convinto che se d’ora in avanti giocheremo con questa intensità e questa voglia, dando continuità e lavorando sui dettagli che fanno la differenza, possiamo toglierci belle soddisfazioni sin dalla prossima settimana”.