Orlando Haenna “incerottata” perde sul campo del Giovinetto (Marsala).

Una sconfitta che alla vigilia poteva anche starci per l’andamento del match ha lasciato l’amaro in bocca. L’Orlando Haenna dopo un match tirato è stato costretto alla resa dai marsalesi del Giovinetto.
I trapanesi si sono dimostrati più cinici e determinati, soprattutto nella seconda parte del match, inanellando la quarta vittoria consecutiva che vale per loro il secondo posto in classifica solitario.
Il risultato finale di 39 a 34 penalizza più del dovuto, però, la squadra allenata da Salvo Cardaci che, nonostante ben quattro assenze pesanti (l’infortunato Samuel Nasca e gli indisponibili Matteo Contino, Matteo Calzetta e Andrea Scancarello) ha reso difficile la vita agli uomini di mister Kljiaic che hanno avuto nel duo straniero Bagatolli-Bach, nell’azzurrino Adamo e nel portiere Nicolas Vinci gli uomini decisivi.
Di contro gli ennesi, dopo un inizio difficile, nel corso del primo tempo rientravano prepotentemente in partita andando al riposo sul punteggio di 16 pari.
Stesso andamento punto a punto nella ripresa fino al risicato vantaggio di Russo, Savcenco, Tamburella, Caruso, Lo Guasto, Avram e soci sul 27 a 26.
Ma proprio da quel momento, in poi, complici diversi errori sottoporta degli ennesi e le prodigiose parate del numero uno avversario erano i padroni di casa a trovare il break vincente e gara archiviata con il punteggio finale di 39 a 34.
Al di là delle assenze che hanno privato i gialloverdi di rotazioni in alcuni ruoli fondamentali, ci sono da registrare le precarie condizioni del capitano Danilo Guarasci (in campo a mezzo servizio nella ripresa) e di Daniel Serravalle e Gabriele Pisano colpiti abbastanza duramente nel corso del match.
Un derby in ogni modo agonisticamente valido tra due squadre che in un recente passato hanno dato vita a scontri dove l’accesa combattività ha spesso prevalso sulla tecnica.
“Siamo rammaricati per essere arrivati al match contro il Giovinetto con la formazione incompleta – ammette con sincerità il vice presidente ennese Luigi Savoca- i ragazzi hanno dato tutto quello che avevano, compreso chi non era al 100% ed è stato costretto a scendere in campo lo stesso per dare una mano ai compagni. In ogni caso per impegno e determinazione assolutamente nulla da dire, ma è evidente che con la rosa al completo avremmo potuto fare di più”.
Di seguito il commento a caldo del tecnico ennese Salvo Cardaci: “abbiamo avuto una settimana piuttosto complicata con diverse assenze in allenamento tra infortuni e malanni vari. Devo dire, però, che ad un certo punto della gara i miei ragazzi hanno iniziato a credere di poter anche vincere, ma nel finale un crollo fisico e credo anche mentale ha consentito ai nostri pur bravi avversari di avere la meglio.
In una giornata “storta” – conclude il tecnico dell’Orlando – mi va di evidenziare la prova convincente del giovane Matteo Vasapollo (nella foto) che seppur impiegato in un ruolo a lui non molto congeniale ha dato le risposte che mi attendevo. Bravi e determinati fino all’ultimo secondo anche Cristian Guggino e Sebastiano Coppola che nel nostro momento peggiore ci hanno tenuto a galla e addirittura riportato in partita. Adesso c’è da recuperare le energie perchè domenica a Siracusa ci attende una gara ostica che vogliamo e dobbiamo giocare al meglio delle nostre possibilità”