Pallamano Camerano, ora la sfida contro il Bologna United, De Grandis: “Riporteremo in alto il nostro nome

Partenza “scoppiettante” per il Pallamano Camerano, che nella prima di campionato davanti al pubblico amici ha combattuto fino all’ultimo con un agguerritissimo Bologna San Lazzaro. 60 minuti frenetici, durante i quali i gialloblu hanno retto il gioco dei rivali emiliani. Almeno sino al 55’, quando il ritmo dei bolognesi è diventato insostenibile per la squadra di casa, che ha ceduto i punti necessari alla vittoria a meno di trecento secondi dal fischio finale. “È stata una sconfitta pesante, almeno mentalmente” dice Guglielmo De Grandis, uno dei nuovi arrivati nel roster a disposizione di mister Davide Campana. “Pensavamo di poter reggere fino alla fine ma negli ultimi minuti abbiamo abbassato un po’ il ritmo e ci siamo presi questa sconfitta” continua.

Archiviato questo stop, per la Pallamano Camerano è arrivato il momento di pensare ai prossimi impegni. A partire dalla trasferta emiliana di sabato 17 settembre alle ore 19.30, durante la quale i gialloblu affronteranno i rivali del Bologna United.Cercheremo di dare tutto, di riportare in alto il nostro nome” promette De Grandis.

Un avvio di campionato che ha segnato anche il ritorno in campo di Guglielmo De Grandis, tornato a giocare a pallamano dopo tre anni di assenza dai terreni di gioco. “Ho voluto ricominciare questo viaggio col Pallamano Camerano, in particolare con coach Campana” ricorda De Grandis. La new-entry cameranese non nasconde l’ammirazione ed il rapporto di stima che lo lega da tempo al suo nuovo coach, Davide Campana.Ci conosciamo da quasi 14 anni. Sono cresciuto vedendolo come un eroe, come giocatore dell’allora Luciana Mosconi” dice De Grandis. “Sin da subito si è creata una connessione tra di noi” aggiunge. Connessione tra giocatore ed allenatore, certo, ma anche tra compagni di squadra: “con gran parte dei miei “colleghi” ho giocato, a suo tempo, nelle giovanili, vestendo la maglia del Cus Ancona” conclude De Grandis.