Prima partita in casa, prima vittoria per Bolzano

In occasione della seconda giornata di Serie A Beretta sabato sera l’SSV Loacker Bozen Volksbank e il Trieste, la più titolata squadra italiana, si sono affrontati al Pala Gasteiner. Guidati da uno scatenato Pedro Hermones, i biancorossi hanno ottenuto la prima vittoria 28:23 nella prima partita in casa e hanno mandato a casa il Trieste a bocca asciutta. Il miglior marcatore dei bolzanini è stato capitan Dean Turkovic (8 reti), che ha realizzato anche il 15.000 gol in Serie A dell’SSV Loacker Bozen Volksbank.

L’SSV Loacker Bozen Volksbank ha avuto un avvio sostenuto e dopo 10 minuti di gioco si è portato sul 5:2 con un break di quattro reti. Al loro esordio stagionale, gli ospiti del Friuli Venezia Giulia (a riposo nella prima giornata) sono sembrati molto nervosi soprattutto nella fase iniziale della partita, venendo puniti con freddezza dai bolzanini. Dopo 14 minuti il vantaggio è aumentato grazie al 7:3 di Pasini e l’allenatore del Trieste Fredi Radojkovic ha chiamato il primo time-out.

Nella prima frazione di gioco i gol sono stati rari – “solo” 21 alla fine dei 30 minuti. Di queste cifre sono stati responsabili anche i portieri: l’estremo difensore dell’SSV Bozen Pedro Hermones, soprattutto, ha incantato i circa 100 spettatori presenti al Pala Gasteiner con una parata dietro l’altra. Il rumore è cresciuto in particolare al 20° minuto, quando il portiere brasiliano ha parato con dei fantastici riflessi un tiro dai sette metri di Bratkovic. Anche se il Tireste si è ripreso dal cattivo inizio, i bolzanini hanno continuato a dettare il ritmo. Al 27° minuto il 12:7 di Turkovic ha momentaneamente portato i biancorossi a +5, ma negli ultimi minuti il Trieste ha messo il turbo e grazie alle reti di Pagano (28°) e Dapiran (29°) la prima frazione di gioco si è conclusa sul 12:9.

Hermones, un eroe

Un tira e molla continuo ha caratterizzato i primi minuti di un secondo tempo costellato di emozioni. Entrambe le squadre si sono affrontate in un’accesa lotta per ogni palla e ogni centimetro di campo. Un uomo in particolare, però, ha portato a ribollire il Pala Gasteiner: Hermones è stato formidabile e dopo il primo tiro dai sette metri ne ha parati altri due. Al 37° minuto quello dell’ex bolzanino Dapiran e meno di dieci minuti dopo, al 46°, quello tirato dal Jan Radojkovic, figlio dell’allenatore triestino.

Un eccellente Hermones e una grande prestazione della difesa hanno permesso all’SSV Loacker Bozen Volksbank di allungare rapidamente. Va segnalato il gol del 20:15 segnato da Dean Turkovic, che è stato la 15.000 rete segnata in Serie A dall’SSV Bozen. Che sia stato proprio capitan Turkovic, una leggenda biancorossa, a segnare ha un che di poetico.

La partita è proseguita, così come è proseguito l’allungo dei bolzanini. Con il 21:15 di Ladakis (48°) il vantaggio è aumentato a sei lunghezze, con il 23:16 di Sonnerer (53°) a sette. Sebbene il Trieste abbia continuato a difendersi coraggiosamente senza mai arrendersi, era ormai chiaro che la vittoria sarebbe andata ai padroni di casa. Lo ha confermato il suono della sirena finale sul 28:23 che ha lasciato esplodere la gioia nel Pala Gasteiner.

Dichiarazioni post-partita:

Mario Sporcic (allenatore SSV Loacker Bozen Volksbank): “Oggi eravamo ben preparati al Trieste, sappiamo come Fredi Radojkovic allena la sua squadra. Questo e la prestazione di Pedro (Hermones, n.d.r.), che oggi mi ha lasciato senza parole, ci hanno portato a vincere. Anche la difesa ha mostrato un netto miglioramento dalla partita contro il Pressano. Sono molto soddisfatto, oggi abbiamo lottato come leoni e dato il 110 percento fino alla fine.”

Pedro Hermones (portiere SSV Loacker Bozen Volksbank): “Oggi la difesa davanti a me ha lavorato davvero sodo e questo mi ha aiutato nelle parate. Naturalmente sono felicissimo di questa vittoria e della mia partita. Nei tiri dai sette metri oggi ho cercato di disturbare un po’ i tiratori con dei piccoli giochetti psicologici e ha funzionato davvero bene.”

SSV Loacker Bozen Volksbank – Trieste 28:23 (12:9)

SSV Loacker Bozen Volksbank: Hermones, Rottensteiner; Sonnerer 4, Ladakis 3, Walcher, Plattner, Pasini 3, Rossignoli, Mathà 2, Niksiar, Udovicic 3, Turkovic 8(3), Trevisol, Gligic 3, Mizzoni 1. Allenatore: Mario Sporcic.

Trieste: Postogna, Zoppetti; Radojkovic 1, Aldini, Dapiran 1, Hrovatin 3, Nocelli 1, Pernic, Mitrovic 5(1), Di Nardo 3, Visintin 2, Stojanovic, Pagano 5, Bratkovic 2. Allenatore: Fredi Radojkovic.

Arbitri: Carlo Dionisi/Stefano Maccarone

(credits: Foto.nico)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi