PRIMI STORICI PUNTI PER LA RAIMOND SASSARI IN ROSA. LUANA PISTELLI: “MI DIVERTO TANTO, FELICE DI ESSERMI MESSA NUOVAMENTE IN GIOCO”

La Raimond Sassari, impegnata nel girone A del Campionato Nazionale di Serie A2 femminile, è reduce dal bellissimo successo nel derby cittadino contro la Lions Sassari, vinto dalla squadra capitanata da Martina Giona col punteggio finale di 24-19. Tanta emozione e soddisfazione in casa Raimond Sassari, per una vittoria che ha significato anche la conquista dei primi storici punti ‘in rosa’. Ad impreziosire il magic moment della squadra sarda è stata la prestazione della inossidabile Luana Pistelli:

 

“ Partendo dal derby, sicuramente alla vigilia era una partita molto importante per tutte noi – esordisce Luana Pistelli – le ragazze ci tenevano in modo particolare a fare bene e conquistare l’intera posta in palio, e così è stato. Il derby ha sempre un sapore particolare, probabilmente non è stata una partita bellissima nel senso che le sensazioni, le emozioni che c’erano in campo hanno magari preso il sopravvento sull’ aspetto tecnico-tattico. In ogni caso quello che conta è il risultato finale, mai in discussione in quanto abbiamo condotto la partita dall’ inizio sino al termine della contesa. Pur considerando il fatto che il gruppo è giovane e composto da molte ragazze con un’età più bassa della mia, c’è stata un’ ottima capacità di gestione e controllo del match da parte di ognuna, volevamo insomma la vittoria a tutti i costi.

 

La Raimond Sassari si affaccia per la prima volta al Campionato Nazionale di Serie A2 femminile, sicuramente non ci sono aspettative di promozione ma, semplicemente, dare la possibilità a questo bel gruppo di giocare, crescere, migliorare e gettare ottime basi per il futuro. Personalmente ho accettato ben volentieri di far parte di questa squadra, forse è nato anche così per caso, probabilmente per la mia curiosità, la mia voglia di togliere le cosiddette scarpette dal chiodo. Conoscevo già da prima Luana Morreale, dunque sono davvero felice di aver sposato questo progetto, per quanto comunque la mia disponibilità sia un po’ limitata un po’ per via del lavoro un po’ per altri impegni, dunque non riesco sempre ad essere presente agli allenamenti o alle trasferte. Cerco, comunque, di dare il mio contributo soprattutto nelle partite casalinghe.

 

Per quanto riguarda il mio ritorno in campo – prosegue – è un po’ come andare in bicicletta, nel senso che sembra di non aver mai smesso anche se, ovviamente, ho un’età diversa, avrei bisogno di allenarmi molto di più ma va bene così. Mi diverto tanto e questa è la cosa più importante, che sia una finale scudetto, che sia una gara per evitare una retrocessione,  che sia un derby per la supremazia cittadina, le emozioni sono sempre le stesse; ho trovato, inoltre, un bellissimo gruppo e sono ben lieta di dare il mio contributo. Poi, per il futuro, si vedrà: le pagine sono ancora bianche, non so quante ne scriverò, quanto ancora continuerò su questa strada, guardo giorno per giorno”.