Putignano, Santoro: “Non deluderemo i tifosi”

Sabato 29 ottobre andrà in scena la terza giornata del campionato di pallamano di serie A2 girone D che vedrà l’esordio in casa della UISP’80 Pallamano Putignano contro il Pescara.  La compagine putignanese ha potuto giovare di ben 15 giorni per preparare questa importante sfida in quanto sabato scorso ha scontato il suo primo turno di riposo e questo le ha anche permesso di spiare un po’ la situazione delle altre squadre iscritte al suo campionato. Sicuramente ha colpito l’esordio in campionato del Lions Teramo che ha inflitto un pesante 41-19 al Capua, mentre il derby abruzzese tra Pescara e NHC Teramo è terminato 19 a 25 per gli ospiti. L’ultima partita di giornata è stata CUS Cassino – Lazio che sul campo è finita 28-29 dopo la lotteria finale dei rigori. Purtroppo un vizio di forma nello svolgimento della seconda sequenza di rigori ha determinato l’annullamento e la conseguente ripetizione della partita a data da destinarsi. Alla luce di questi risultati abbiamo rivolto alcune domande ad uno dei senatori della squadra rossoblù: Giuseppe Santoro.

Ciao Giuseppe, partiamo dalla partita contro la NHC Teramo. Secondo te cosa c’è da conservare e cosa da migliorare di quella partita?
“È stata una partita giocata alla pari con gli avversari, per giunta contro giocatori più grandi dei nostri ragazzi e dunque con più esperienza e con quel tocco di malizia in più che a noi ancora manca (l’età media della squadra è 20 anni, ndr). Nonostante ciò siamo riusciti a tenergli testa ed a rimanere sempre in partita, staccati al massimo di 3-4 reti e questo ci ha permesso, a fine gara, di dare un allungo fino alla vittoria. Con una squadra così giovane non avrei scommesso di vincere una partita così tirata. L’aspetto atletico ha fatto la differenza, il loro calo fisico gli è stato fatale. Detto ciò è solo una prima vittoria, che dà entusiasmo all’ambiente e che certamente fa bene a tutti, ma bisogna rimanere con i piedi per terra ed azzerare le euforie. Questo è quello che noi più grandi abbiamo imparato a suon di campionati e che cerchiamo ora di trasmettere ai più giovani.”

In questa squadra tu sei uno dei pochi che aveva già assaporato il gusto della serie A2, cosa hai detto ai tuoi più giovani e più inesperti compagni prima della partita d’esordio?
“Il gusto della serie A2 conquistata e giocata tempo fa da noi più grandi era ben diverso. Il livello era decisamente più alto, tuttavia questo campionato è decisamente dignitoso e meritevole della nostra squadra ed è giusto che i nostri ragazzi si godano il momento. Quanto a quello che succede nello spogliatoio nel prepartita mi piace pensare che sia un momento privato di concentrazione e carica emotiva. Ad ogni modo due sono i concetti che ho voluto mettere in chiaro alla squadra: il primo è l’unità del gruppo, dove con gruppo intendo sia chi scende in campo che chi rimane in panchina, il secondo è basato su una parola d’ordine comportamentale che solo noi conosciamo e che custodiamo gelosamente.”

Il tuo compagno di squadra Davide Notarangelo questa settimana è volato a Roma per uno stage con la nazionale U18. Che consiglio e che augurio ti senti di dargli?
“Sono molto contento per Davide e gli auguro ancora tanti tanti anni di sana pallamano. Il consiglio che posso dargli è di apprendere, durante questi incontri, tutto quello che non può avere da noi. È noto infatti come si cresca e si migliori maggiormente allenandosi con persone decisamente più forti. Ad ogni modo…sempre umiltà, testa bassa e rispetto per tutti. Che non lo dimentichi mai.”

La prossima partita in casa è contro il Pescara che si ritrova ancora a 0 punti dopo le prime due partite. Che gara pensi andrà in scena sabato?
Dai risultati delle partite già disputate dal Pescara ci aspettiamo una squadra al nostro livello e dunque ritengo che non potrà che essere combattuta. Ho giocato già un paio di volte contro questa squadra e, salvo soprese inaspettate, è una squadra alla nostra portata ma mai da sottovalutare, piuttosto da rispettare.”

Per concludere potresti formulare un appello per chiamare a raccolta tutti i sostenitori della Uisp’80 affinché accorrano numerosi sabato alle 19 contro il Pescara per l’esordio casalingo.
Questo ritorno in serie A2 è stato fortemente voluto dalla nostra società, da tutti i nostri ragazzi, ma specialmente dalla nostra tifoseria. Sono certo che non servirà sprecarsi per richiamare il nostro pubblico in quanto credo che sia ancor più voglioso di noi di rivedere la serie A sul nostro campo. Sono sicuro che i nostri sostenitori non ci tradiranno, anzi come sempre ci daranno una spinta in più per la nostra prima partita casalinga. Mi aspetto un bel palazzetto gremito di ragazzi appassionati, amici e soprattutto famiglie. NOI NON VI DELUDEREMO!”

Anche noi ci uniamo all’appello di Giuseppe Santoro e sollecitiamo tutti i putignanesi ad affacciarsi sabato 29 ottobre alle 19,00 presso la palestra della scuola media “Stefano da Putignano” per assistere ad una partita che si preannuncia molto avvincente. Per concludere ricordiamo la classifica che vede appaiate a quota 3 ben 5 squadre (Lazio, Lions Teramo, Putignano, NHC Teramo, Capua), mentre ancora ferme a 0 punti ci sono CUS Cassino e Pescara.

 

Ufficio Stampa Pallamano Putignano

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi