RALF DEJACO, UN ACCREDITO PER L’EUROPA. “OGGI CONTIAMO DI PIU’”

Un accredito per l’Europa. Dal suo osservatorio privilegiato, Ralf Dejaco, per anni tesoriere dell’EHF ed oggi membro onorario della Federazione Europea, gode di una straordinaria visuale; può tranquillamente individuare l’orizzonte dell’Italia nel panorama continentale. “Posso tranquillamente affermare che oggi l’Italia conta molto di più nel consesso europeo rispetto a qualche anno fa. Dell’attuale governance – sottolinea – è stata apprezzata soprattutto la trasparenza e la grande voglia di emergere. Ci siamo finalmente incanalati nella direzione giusta anche se resta tanto il cammino da percorrere per arrivare laddove una grande paese come il nostro meriterebbe di stare”. Profondo conoscitore della pallamano nazionale e internazionale, tra i “padri fondatori” del nuovo corso della Federazione Europea, Ralf Dejaco ha saputo costruire, step by step, l’immagine della pallamano internazionale dedicando a questa mission buona parte della sua vita. Una costruzione progressiva ed imponente, un’architettura di pregevolissimo stile. “Oggi – prosegue – la pallamano internazionale è un prodotto di altissimo livello, un esempio cui ispirarsi se vogliamo crescere e competere a certi livelli. Molto è stato fatto in questi ultimi anni, molto resta da fare a tutti i livelli. Dobbiamo crescere e migliorare in competitività tecnica sia a livello di club che a livello di squadre nazionali e non lasciare nulla al caso. Sotto quest’aspetto – dice – credo che una svolta la potremo avere con la costituzione di una Lega, progetto non più rinviabile. Bene ha fatto l’attuale Federazione ad accelerare sotto quest’aspetto. Poi – aggiunge – bisognerà lavorare sodo per assicurarsi una presenza forte e qualificata all’interno della EHF. Sono passi di fondamentale importanza che bisognerà fare per confermare quanto di buono già si dice circa il nuovo corso della pallamano italiana”. Potrà accadere tutto questo? “Dovrà accadere. L’Italia si è finalmente incamminata nella giusta direzione e sarà di fondamentale importanza, per la crescita di tutto il movimento, il prossimo quadriennio”.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi