Ristrutturare i Campionati ed aprire alle Leghe

by Pasquale Loria e Massimo Petazzi

Priorità assoluta è la riorganizzazione dei Campionati maschili che dovrà essere definita nel prossimo Vademecum (relativo alla stagione sportiva 2017/18) per partire, a regime, dalla stagione successiva 2018/19, con un impegno di mantenimento delle formule per l’intero quadriennio olimpico di competenza.

Fermo restando le indicazioni contenute nella circolare federale n. 48/2016, si procederà ad una consultazione con le società di rango nazionale (titolari dei diritti di partecipazione ai campionati nazionali) per definire le modalità tecniche di passaggio dall’attuale formula a quella obiettivo.

L’obiettivo rimane, al di là delle denominazioni dei singoli Campionati, un primo livello a girone unico nazionale (12/16 squadre), un secondo livello articolato su base territoriale in linea con l’attuale distribuzione dei gironi di serie A (30/36 squadre) ed un terzo livello regionale/di Area (livello di ingresso).

Questa formula garantirebbe la distribuzione abbastanza equilibrata (sotto il profilo sia tecnico che territoriale) di circa 50 squadre e favorirebbe il loro consolidamento tecnico ed organizzativo nel corso del quadriennio.

In questo contesto interverrebbe la definizione e la stipula di una Convenzione tra la Federazione e la Lega Maschile (di cui si parlerà in una successiva scheda) per la co-gestione del Campionato di primo livello e di alcuni eventi di natura agonistico-promozionale (Supercoppa, All Star Game, ecc.). Alla Federazione resterebbe la gestione del secondo livello e la Coppa Italia, nonché la ristrutturazione su base territoriale del terzo livello.

La Convenzione tra Federazione e Lega partirebbe subito con la Supercoppa 2017 e la seconda fase del Campionato 2017/18 (Poule Nazionale e Play off).

Federazione e Lega, inoltre, costituirebbero un tavolo tecnico di progettazione per il lancio di un Campionato nazionale Under 20 con formula anche non tradizionale (per es. formula ad eventi) finalizzato a fornire uno spazio tecnico ulteriore ai giocatori in transito dall’attività agonistica giovanile a quella senior.

Il rinnovamento delle formule dovrà riguardare soprattutto il terzo livello, in quanto il livello di ingresso deve essere funzionale al massimo rispetto agli obiettivi federali di allargamento della base ed incentivazione dei vivai. Per questo motivo si proporrà una modalità di partecipazione differenziata che prevede tre tipologie:

  • partecipazione standard (classica) aperta a tutte le società affiliate che non hanno squadra nei primi due livelli (tale partecipazione libera comporterà il versamento della quota di iscrizione comprensiva di contributi gara in forma piena);
  • partecipazione agevolata (quota di iscrizione e contributi gara dimezzati) per i Club di livello nazionale che intendono iscrivere la seconda squadra a base under 20 (10 giocatori di categoria a referto obbligatori più la possibilità di schierare 4 giocatori over);
  • partecipazione gratuita per i Club che iscrivono una squadra Under 20.

Per quanto riguarda il settore femminile si procederà al consolidamento per la formula della serie A (girone unico) ed alla razionalizzazione dei gironi di Seconda Divisione con la previsione di un sistema di partecipazione agevolata (sul tipo di quella relativa al terzo livello maschile) per le società che schiereranno squadre a base under 20.

Si favorirà la costituzione di una Lega tra le società di primo livello e si definiranno i termini di una Convenzione di co-gestione per il Campionato di serie A.

Al fine di consentire l’allargamento della base di partecipazione sarà prevista, nelle regioni o aree in cui ci sarà richiesta, l’istituzione di campionati regionali (Coppa_Regione) propedeutiche alla reintroduzione del terzo livello (Serie B).

La Federazione e le due Leghe costituiranno un tavolo tecnico per mappare (prima) e monitorare (dopo) la situazione impiantistica con l’obiettivo di predisporre un piano di proposte-intervento da sottoporre alle amministrazioni locali laddove si ravvisino le condizioni per interventi di adeguamento funzionale di impianti esistenti ovvero costruzione di nuovi siti.

La Nuova federazione sarà al fianco di tutte le società che segnaleranno situazioni di difficoltà impiantistica garantendo supporto in fase di contatto e negoziazione con le amministrazioni locali.

Per quanto riguarda i Campionati giovanili (U18 – 16 – 14) si provvederà ad adeguare da subito, prossimo Vademecum, i limiti di età attraverso il blocco per un anno dei limiti correnti.

I campionati di categoria saranno organizzati dai Comitati regionali su base territoriale regionale ovvero interregionale qualora se ne ravvisasse la necessita per il numero basso di squadre iscritte, in ogni caso l’indirizzo centrale sarà di limitare al minimo le distanze chilometriche e di evitare il più possibile gli accorpamenti di categoria.

Le fasi nazionali (Finals) saranno organizzate in base ad un calendario definito ad inizio stagione ed assegnate a seguito della pubblicazione di bandi di gara, così come tutti gli eventi e le manifestazioni future a qualsiasi livello.

La formula delle fasi finali sarà rivista in modo da garantire tornei finali di più alto livello tecnico e con un numero di partite congrue rispetto alla durata della manifestazione.

I sorteggi delle fasi finali saranno effettuati introducendo il sistema delle teste di serie in base ad un ranking misto regionale e per Club (risultati nelle categorie giovanili).

Tutta l’attività non agonistica (promozionale) si svolgerà su base regionale/distrettuale attraverso il sistema dei Centri Giovanili Pilota e confluirà in eventi regionali infra-annuali e nel Festival della Pallamano di fine anno.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi