Romagna, pesante sconfitta a Città Sant’Angelo

Peggior esordio non ci poteva essere nella Poule scudetto. Il Romagna cade pesantemente e si fa raggiungere al secondo posto dalla formazione abruzzese, apparsa in grande condizioni. Certo il Romagna ha giocato una delle sue peggiori partite stagionali e stavolta anche  la difesa è naufragata. Già nel primo tempo la partita prende una piega negativa col Romagna che fatica ad attaccare la difesa 4+2 dei padroni di casa che mettono in campo sin dall’inizio ben più energie. Sono i fratelli Bulzamini a tenere in partita in attacco il Romagna nei primi minuti, poi sul 5 pari arriva il break per i padroni di casa che cambia la partita. Pizarro e Pieragostino non sbagliano un colpo e in 10’ la squadra di Tassinari si trova sotto 12-6. Nemmeno la difesa riesce a incidere e solo negli ultimi minuti quando il Città Sant’Angelo abbassa i ritmi, i bianconeri si riavvicinano (16-13) a un minuto dalla fine. Segna però Rigante e sull’azione successiva il Romagna perde palla e subisce all’ultimo secondo il -5 che sa già di condanna. Nella ripresa ci si attende una reazione e invece si assiste al crollo. Sul 24-14 al decimo la partita non ha più storia.

Città Sant’Angelo  – Romagna 27-26   (18-13)

Città Sant’Angelo: Mariotti,  Pizarro 6, Pieragostino 7, Martellini 5,  Rigante, Facchini 7, Presutti,  Remigio, Gabriele, De Luca, Memeo, 12° Colleluori. All. D’Arcangelo.

Romagna: M. Rossi, D. Bulzamini 7, Cavina, Nardo 3, G. Bulzamini 4, Resca 3, Man. Folli, Ceso 1, F. Tassinari 3, D. Rossi 4, Dall’Aglio 1, Ceroni, Garavina. 12° Sami. All. Do. Tassinari.

Arbitri: Bassi – Scisci