Schenna espugna il campo dell’Algund e chiude il 2017 al 2° posto

Al termine di una gara sofferta Schenna espugna il campo del fanalino di coda Algund (27 a 25) e, complice la sconfitta del Taufers sul campo del Brunek vola al secondo posto della classifica. Un piazzamento inaspettato per la giovane squadra del presidente Christian Pircher che con l’arrivo della nuova giocatrice-allenatrice Natasa Miladinovic ha dato nuova linfa alla rosa più giovane del campionato di serie A2 femminile che sta facendo risultati davvero importanti. La crescita delle giovani, tutte provenienti dai team under 15 e 17 è visibile con il pivot Alexandra Dosser, l’estrosa Manuela Dosser, la piccola Analena Holzner che continuano a fornire prestazioni brillanti ed anche questa settimana, nonostante alcune assenze, sono riuscite a conquistare una importante vittoria in trasferta. Dicevamo di un inizio di gara difficile con le bolzanine sotto anche di cinque reti (6 a 1 per la padroni di casa) ma piano piano la solita Desiré Plotegher iniziava a farsi sentire e già al riposo si andava in perfetta parità (10 a 10). Ancora un po’ di sofferenza ad inizio ripresa con l’Algund alla ricerca della prima vittoria stagionale ma ci pensavano le reti di Miladinovic e Plotgher a mettere le cose a posto. Da evidenziare anche la generosità di Julia Pircher (3 reti) che dopo l’infortunio del turno precedente nella ripresa è entrata in campo senza alcun timore fornendo un apporto importante sia in attacco sia in difesa. Naturalmente soddisfatta a fine gara coach Natasa Miladinovic che dice: “abbiamo sofferto inutile negarlo e la difesa non ha funzionato come doveva. Durante la gara ho provato a cambiare più volte il sistema di difesa passando dalla 4-2 alla 5-1 e andando anche in marcatura a uomo sulla loro giocatrice più pericolosa. Alla fine siamo riuscite a trovare il break vincente e, nonostante sono stata marcata a uomo per gran parte del match, le mie ragazze sono state davvero bravissime e hanno meritato questa ennesima vittoria”.  Adesso arriva la sosta ma cosa può significare questo secondo posto in classifica? “Sinceramente è una posizione che nessuno si aspettava, ma che vogliamo goderci poiché l’abbiamo fin qui meritata. Sappiamo bene che ci sono almeno 3 o 4 formazioni che a livello di esperienza sono superiori a noi e la classifica è veramente corta. In ogni modo adesso ancora una settimana di allenamenti e poi ci rilasseremo un po’ per riprendere gli allenamenti a tempo pieno la prima settimana di gennaio”.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi