Sconfitta di misura per la Modula Casalgrande

Per la seconda volta in questa stagione, il confronto tra Chiaravalle e Modula Casalgrande si è deciso con un solo gol di scarto: tuttavia, questa volta la gara ha avuto un esito diametralmente opposto rispetto al confronto di andata. Lo scorso 27 dicembre, al Pala Keope, i pallamanisti biancorossi avevano avuto la meglio con il punteggio di 31-30: invece ieri sera sono stati i marchigiani a imporsi, peraltro prevalendo con un risultato molto simile. Il duello pasquale, disputato al Palasport di Chiaravalle, era valevole per la 21esima giornata di serie A2: i nostri beniamini hanno pagato un primo tempo disputato decisamente sottotono, durante il quale i padroni di casa hanno avuto buon gioco nel prendere man mano il largo. Anconetani avvio a razzo, tant’è vero che dopo pochi minuti i biancoblù erano già avanti sull’8-3. A seguire, i locali hanno avuto un vantaggio oscillante fra le 3 e le 4 lunghezze: tuttavia poco prima dell’intervallo la formazione di Cocilova ha piazzato un ulteriore allungo, che ha portato l’organico biancoblù a raggiungere l’intervallo con ben 7 gol di margine a proprio favore.

Nel corso della ripresa, la Modula ha cercato più volte di rialzare la testa e di rimediare ai danni commessi in precedenza: in tal modo i casalgrandesi hanno pazientemente ricucito lo strappo, nonostante l’espulsione quantomeno discutibile comminata a Marco Giubbini. Nelle battute conclusive, gli ospiti sono addirittura riusciti a raggiungere il pareggio sul 28-28. A quel punto ci si attendeva il guizzo finale da parte dei biancorossi, quel brio in più che permettesse di completare l’opera conquistando l’intera posta in palio: invece, è stata Chiaravalle a trovare la giusta chiave di volta. Sul finire del confronto, i padroni di casa sono stati capaci di mettere in campo una dose di freddezza e lucidità visibilmente superiore rispetto agli avversari: in tal modo i biancoblù hanno ottenuto il settimo successo stagionale, mentre alla Modula rimane solo parecchia delusione per una gara che di certo avrebbe potuto avere un epilogo ben differente.

“Questa sconfitta nasce da essenzialmente da tre fattori – commenta Fabrizio Fiumicelli, trainer della Modula Casalgrande – Innanzitutto, sono davvero furioso per quanto riguarda la mentalità che abbiamo messo in campo: soprattutto nel primo tempo, abbiamo affrontato questa sfida in modo che non esito a definire indegno. Non è possibile partire in apnea assoluta, come abbiamo fatto noi: subire un parziale di 8-3 ci può stare contro squadre fuoriserie come Rubiera o Carpi, però stavolta è davvero qualcosa di inammissibile. Chiaravalle sa sviluppare una pallamano coriacea e di buon pregio, ma nel complesso si tratta di un’avversaria alla portata: di conseguenza, il nostro atteggiamento molle e a tratti svogliato è stato assolutamente fuori luogo oltre che davvero inspiegabile. Inoltre, sono di nuovo emersi alcuni problemi sul piano della tecnica – prosegue il timoniere biancorosso – Ancora una volta siamo incappati in una quantità eccessiva di errori da distanza ravvicinata. Noi siamo una squadra che predilige azioni di attacco corali e ben manovrate, coinvolgendo costantemente i terzini e i centrali: fin qui va bene, ma ciò non toglie che la precisione dai 6 metri possa e debba migliorare con urgenza”.

Il trainer casalgrandese si sofferma inoltre sulle assenze: “L’assetto rimaneggiato con cui ci siamo presentati ha creato senza dubbio ulteriori ostacoli: oltre alle defezioni che ormai si trascinano ormai da qualche settimana, abbiamo dovuto fare a meno anche di altri due elementi. Nella fattispecie Andrea Strozzi ha saltato la trasferta a causa dei problemi al ginocchio, mentre Mathieu Galopin mancava per motivi personali. Ad ogni modo, chi mi conosce sa bene che io sono ben lontano dall’usare le defezioni come pezza giustificativa: le assenze hanno avuto il loro peso, ma questa partita si poteva comunque vincere”. L’allenatore aggiunge quindi una nota sulle prove individuali: “Nonostante la sconfitta, nelle nostre file spiccano le prove i fratelli Dennis e Kristian Toro. Bene anche Enrico Aldini e un tenace Alessandro Lenzotti: spicca inoltre il buon 2° tempo del portiere Luigi Prandi, senza dimenticare i 12 gol di Mattia Lamberti”.

Da tempo la Modula ha messo la salvezza in cassaforte, e inoltre i play off sono irraggiungibili: resta da raggiungere il traguardo di terminare il campionato nella parte sinistra della classifica, un obiettivo di prestigio che tuttavia riveste una valenza principalmente simbolica. “Lo slancio motivazionale deve restare consistente fino al termine – taglia corto Fabrizio Fiumicelli – Anche se i discorsi legati a play off e salvezza sono ampiamente chiusi, una squadra così ricca di giovani come la nostra non può affatto concedersi il lusso di rilassarsi. Quando si ha un’età media particolarmente bassa, ogni partita deve essere vista come una tangibile occasione per crescere e migliorarsi sempre di più: di conseguenza le ultime 4 gare della stagione vanno affrontate con un cipiglio nettamente opposto rispetto a quello mostrato sul campo di Chiaravalle, e si tratta di un aspetto su cui c’è ben poco da discutere. La Modula deve macinare gioco fino all’ultimo istante di questa annata agonistica: le gare che disputeremo da qui a metà maggio devono infatti servire a gettare solide e credibili basi in vista del nostro percorso durante la prossima stagione”. Sabato prossimo Casalgrande osserverà un turno di riposo: i biancorossi torneranno alla ribalta sabato 17 aprile, con la trasferta sul campo del fanalino di coda Bologna United. “Una sosta che non ci creerà problemi – sottolinea Fiumicelli – Al contrario, sarà uno stop molto utile per recuperare tutti gli assenti”.

LA SITUAZIONE IN A2 MASCHILE. Gli altri risultati del 21° turno sono Carpi-Verdeazzurro Sassari 43-33, Starfish Follonica-Lions Teramo 23-25 e Camerano-Parma 31-17. Rinviata Ambra Poggio a Caiano-Nuoro, mentre Bologna United e Vikings Rubiera hanno osservato un turno di riposo.

Classifica del girone B (tra parentesi il numero di gare disputate): Vikings Rubiera 34 punti (18); Carpi 30 (17); Camerano 27 (18); Lions Teramo 23 (17); Starfish Follonica 19 (17); Verdeazzurro Sassari e Modula Casalgrande 16 (18); Chiaravalle 15 (17); Ambra Poggio a Caiano 8 (17); Parma 8 (18); Nuoro 4 (14); Bologna United 4 (15).

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi