Sconfitta esterna per Tushe Prato

Dopo la trasferta di Ferrara, di buono prendiamo la classifica che vede ancora la Tushe prima a parimerito con Euromed Mugello e Ariosto Ferrara, inseguiti a soli due punti da Cellini Padova corsaro in terra mugellese. Una carambola di risultati che dopo la pausa per la final fuor della coppa Italia rende veramente appassionante ed incerte le sorti del girone C della serie  A2 femminile. Infatti la corsa per i primi due posti che garantiscono l’accesso alle final eigth è ancora tutta da stabilire alla vigilia dell’ultima giornata del girone di andata.

 Ma veniamo alla cronaca della partita che vede affrontarsi l’Ariosto Ferrara e la Tushe. Le padrone di casa partono subito con il piglio giusto complice anche la presenza, a sorpresa, del forte terzino Panayotova, inserita, dopo aver recuperato da un infortunio, per trovare il ritmo partita, anche se ben atri sono i suoi palcoscenici solitamente schierata nella categoria A1,  così riuscendo in una manciata di minuti a piazzare un parziale di 5 reti che vede costretto il mister Di Vita a chiamare il primo time out per interrompere il trend positivo delle Ferraresi. Il gioco delle ragazze pratesi stenta a trovare la fluidità necessaria per mettere in difficoltà le avversarie e anche sulla fase difensiva le cose non vanno meglio. Si chiude la prima fazione sotto di sei lunghezze 22 a 16 ma la Tushe non si da per vinta, le classiche rotazioni dello staff laniero sembrano dare un equilibrio mai trovato nella prima frazione della gara, le ragazze pratesi non mollano la partita sorrette dal binomio Rossi- Iyamu, le uniche mai tolte dalla contesa, autori di 16 reti, riescono a ridurre il gap fino ad arrivare a tre minuti dalla fine sul 32 a 31 per Ferrara con la palla del pareggio in mano agli ospiti. Purtroppo la Tushe non realizza la palla che avrebbe avrebbe pareggiato l’incontro e come spesso succede gol sbagliato gol subito. La Tushe non riesce più a trovare l’energia e la lucidità necessaria per rientrare e Ferrara vince meritatamente la partita con il punteggio di 35 a 32. Orgoglioso delle sue ragazze soprattutto nel momento della sconfitta mister Di Vita torna a Prato con la voglia e l’impegno di riscattarsi nel derby contro l’Euromed Mugello. Va così in archivio la prima sconfitta stagionale della compagine pratese che perde con onore in terra ferrarese e torna a casa con l’amaro in bocca ma anche con la determinazione necessaria per non farsi trovare impreparati al prossimo impegno quantomai importante ai fini della classifica e del processo di crescita del giovane gruppo pratese.

Ariosto Ferrara vs Tushe Prato 35-32 (22-16) 

Ariosto: Domi, Vitale, Angelini, Bunha 8, Ferrara 6, Irone 3, Lapi 3, Manfredini 1, Panayotova 6, Scaramuzza, Travagli 3, Verrigni 5. All. Britos

Prato: Barbieri 1, Benelli 2, Bisori, Blaj, Borrini 4, D’Avossa, Della Maggiora 2, Gurra, Iyamu 9, Micotti 3, Niccolai, V. Rossi, M. Rossi 7, Rubbino, Sandroni 4. All. Di Vita

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi