“Scriviamo un futuro diverso”: Orgoglio Tassinari

Avvicinandoci alle gare di campionato riflettori puntati sul campo. In che senso? Il nostro focus sulle elezioni Federali in programma il prossimo 12 marzo questa volta tocca chi, in un 40×20, continua a correrci e a sudarci. Riflettori puntati su Fabrizio Tassinari, classe 1988, giocatore del Romagna e figlio d’arte….In tanti potranno esclamare di conoscerlo o di averne semplicemente ammirato le gesta dalle tribune di qualsiasi palazzetto d’Italia ma, da poco tempo, tutto il Movimento è venuto a conoscenza del suo impegno nel “Perimetro”, candidato al prossimo Consiglio Federale. Se la curiosità comincia ad attanagliarvi, vi invitiamo a continuare nella lettura perché ciò che lo ha spinto verso questa direzione accomuna tanti. Affacciarsi al mondo del nostro amato sport è stato semplice ed è stato un personaggio “particolare” a far spuntare i primi, sinceri, sorrisi sul suo volto: “Tra le braccia di Topolino, esatto. Non ci sarebbe modo migliore di raccontare la mia carriera – dice Fabrizio Tassinari – se non partendo da quelle coinvolgenti e fantastiche manifestazioni che mio padre collaborava nell’organizzarle. Lì sono nate tante amicizie consolidate poi nella mitica palestra di Mordano e nei tanti viaggi in giro per l’Italia. Una storia, di cui ancora scrivo capitoli, densa di emozioni sia positive che negative ma soprattutto condita da persone che condividono la stessa passione devastante. Ho dalla mia due vittorie in competizioni giovanili (Cologne U16 e Romagna U21) ed altrettante sconfitte in finali decise al fotofinish. La maglia Azzurra delle squadre giovanili e poi la Serie A, di cui ancora sono protagonista”. Mentre parliamo, Fabrizio cerca dentro di sé la risposta alla domanda “Ci descrivi il tuo amore per questo sport?” e quando la trova, un po’ ci spiazza: “Credo sia un po’ complicato ed il perché lo spiego subito. All’improvviso ti accorgi che la dedizione, l’impegno ed il merito non guidano più da tempo l’andamento del nostro sport ma ci sono altre dinamiche che ti tolgono il gusto di continuare e, soprattutto, le ambizioni che avevi riposto nella pallamano”. E’ proprio questo il Male di ogni disciplina, di qualsiasi cosa che fa battere il cuore ma che di colpo si rivela l’opposto di quanto si pensasse. Come Gianni Cenzi, anche Fabrizio ci rivela questo “periodo” di malessere e di “disperazione”. La mente affollata da domande come “Ho dato così tanto per cosa?….Davvero questo sport merita ancora tutto il mio impegno e la mia dedizione?”. E proprio come Cenzi, anche lui ha trovato le risposte alle domande sopracitate che convergono in un’unica direzione: sposare la causa de“Il Perimetro”: “Il gruppo guidato da Pasquale Loria è una opportunità per tutti di voltare pagina, di rimettere al centro il gioco, di creare coinvolgimento tra gli addetti e nuove possibilità per gli interpreti. L’obiettivo principale è quello di creare nuove aspettative per chi intraprende la strada del pallamanista, di fare in modo che i ragazzi che si innamorano di questo sport ne parlino fieri, come di un grande sport. Il mio impegno sarà rivolto verso chi rende entusiasmante il gioco, verso gli atleti, con l’intento di rappresentarli, portando in risalto problematiche e possibili soluzioni, mosso dall’idea di una maggior tutela dentro e fuori dal campo e con il fine di creare opportunità economiche di professionismo o semi-professionismo”. Da uomo di sport, di campo, conosce benissimo cosa succede e quali sono le sensazioni, i pensieri, le preoccupazioni di chi, come lui, calca il 40×20 per portare avanti la propria passione. Il suo nobile obiettivo è quello di essere la Voce di tutti quelli come lui. Dare vita all’Associazione Atleti.

error: Il contenuto è protetto!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi