SERIE A BERETTA: VIKINGS DELUDENTI CONTRO TRIESTE

Rubiera si fa male da sola contro un non irresistibile Trieste e perde l’occasione per tornare alla vittoria e abbandonare l’ultimo posto in classifica. 17 palle perse, per la stragrande maggioranza dai giocatori più esperti del gruppo, sono una enormità e hanno permesso agli ospiti di timbrare una decina di contropiedi a tu per tu con il portiere. I break triestini sono nati tutti da questi errori gratuiti di Rubiera. Alla fine Trieste vince meritatamente mentre Rubiera deve porsi seri interrogativi. L’attacco non funziona, si tira poco dai 9 metri pur avendo giocatori in grado di farlo e i tanti gol subiti nascono principalmente proprio dai palloni regalati in attacco.
Tutto questo non può essere imputato unicamente alle assenze, che ci sono e sono pure tante.
Oltre al solito Voliuvach si salvano i rubieresi Oleari e Patroncini. Così non può bastare: serve un cambio di marcia complessivo. Per fortuna l’unica cosa che non manca è il tempo. Vista la situazione, non è poco.
Intanto sabato trasferta in trentino, a Pressano.

 

VIKINGS RUBIERA-TRIESTE 26-34 (p.t. 11-16)
VIKINGS RUBIERA: Voliuvach, Salati, Rivi, Bartoli D. 1, Benci 3, Bortolotti, Versakovs 5, Pedretti, Barbieri, Oleari 4, Bartoli R., Giubbini 1, Bonassi 2, Patroncini 5, Garau 5. All.: Galuccio
TRIESTE: Zoppetti, Milovanovic, Radojkovic J. 4, Aldini 1, Dapiran 2, Mazzarol, Nocelli, Pernic 4, Urbaz, Di Nardo 2, Parisato 2, Visintin 3, Stojanovic 4, Sandrin 1, Pagano 5, Bratkovic 6. All.: Radojkovic F.
ARB: Schiavone e Nicolella.
Note: Sette Metri: Rubiera 2/2, Trieste 5/7. Minuti di Esclusone: Rubiera 4, Trieste 4.