Serie A1: Alì-Best Espresso Mestrino in crescita ma sconfitto di misura a Cassano.

L’Alì-Best Espresso Mestrino torna da Cassano senza punti, ma con buone sensazioni, figlie di una gara giocata a viso aperto per 60 minuti e decisa in sostanza da un passaggio a vuoto a cavallo tra le due frazioni di gara.

PRIMO TEMPO: CASSANO ROMPE L’EQUILIBRIO NEL FINALE
Nel primo tempo il match è molto equilibrato, anche grazie ai portieri Bertolino e Dyulgerova che spesso mettono una pezza: al 6′ Mestrino è avanti 2-3 con Stefanelli e Rauli che controbattono a Ferrazzi e Cobianchi. Le padrone di casa provano a prendere in mano le redini del match con un break di 3-0 firmato Barbosu-Cobianchi-Zanellini, ma le gialloverdi impattano con Lain e Stefanelli (5-5 all’11’). La gara torna equilibrata, con Mestrino che rimette la testa avanti e cerca di mantenerla con Jevremovic e Dalle Fusine, ma Cassano torna in vantaggio con tre rigori consecutivi (pur fallendone uno), mentre l’attacco mestrinese ha un momento di difficoltà: le varesine ne approfittano e trovano il +3 con Laita e Barbosu (13-10 al 26′). Stefanelli accorcia e Mestrino ha diverse occasioni per ridurre ulteriormente lo svantaggio, ma Bertolino non è dello stesso parere e nel finale Montoli riporta Cassano a distanza di sicurezza: si va al riposo sul 14-11.

SECONDO TEMPO: MESTRINO RIMONTA MA SI FERMA A UN PASSO DA CASSANO
Nella ripresa le ragazze di coach Onelli concretizzano il proprio buon momento toccando il massimo vantaggio a +6 con altri due rigori firmati da Gozzi e Cobianchi (18-12 al 36′), ma Mestrino non si perde d’animo e prova a rimontare: parziale di 2-4, con il 20-16 di Stefanelli che costringe al time-out la panchina amaranto al 43′. Al rientro in campo Mestrino resta concentrato e serve un altro break di 2-4, con Jevremovic che in contropiede sigla il -2 (22-20 al 47′), poi però l’attacco gialloverde si ferma di colpo: Montoli ne approfitta per il 23-20 al 49′, e la panchina mestrinese chiama time-out al 51′ per riorganizzare le idee. Brogi mette subito il +4, Losco accorcia, poi Cobianchi va a segno su rigore causato da Stefanelli (sospesa nell’occasione per 2 minuti) ma Cassano non riesce a concretizzare la superiorità numerica, subendo anzi le reti di Losco e Pugliese per il nuovo -2 (25-23 al 55′). Poco prima del rientro di Stefanelli tocca a Jevremovic lasciare il campo per 2 minuti, ma al conseguente rigore di Cobianchi Mestrino risponde con Lain e Stefanelli, che siglano il -1 e riaccendono le speranze gialloverdi (26-25 al 58′). La rete di Brogi è subito neutralizzata da quella di Lain, poi Bertolino salva tutto e l’ennesimo rigore di Cobianchi mette la parola fine all’incontro: al PalaTacca termina 28-26.

MATCH ANATOMY: ANDREA ANDRIOLO
«Cassano ha sfruttato al meglio il fattore campo, è una squadra che merita di essere dov’è. Noi ci abbiamo creduto fino alla fine, tutti vogliamo provare a vincere e noi non facciamo eccezione, ma abbiamo pagato qualche errore di troppo in possesso e al tiro», commenta mister Andrea Andriolo. «Il recupero di Stefanelli è importante, così come lo sarà quello di Kyryllova, e con loro puntiamo a fare risultati migliori nel girone di ritorno. Sono comunque contento perché ho visto la squadra reagire, c’è da lavorare ma mi sento ottimista».

NEXT MATCH: MESTRINO-ERICE
Sabato prossimo le gialloverdi saranno chiamate all’impresa, ospitando al PalaLissaro la corazzata Erice: le siciliane saliranno a Mestrino con voglia di riscattare la sconfitta interna contro la capolista Pontinia, Pugliese e compagne cercheranno di sfruttare a proprio vantaggio il fattore campo.

IL TABELLINO
CASSANO MAGNAGO – ALÌ-BEST ESPRESSO MESTRINO 28-26 (p.t. 14-11)
CASSANO MAGNAGO: Ferrazzi 2, Montoli 3, Priolo, Cobianchi 7, Gozzi 2, Piatti (p), Laita 1, Zanellini 3, Brogi 6, Macchi, Ponti, Zizzo, Barbosu 2, G.Milan 2, Bertolino (p), A.Milan (p). All. Salvatore Onelli.
ALÌ-BEST ESPRESSO MESTRINO: Dalle Fusine 2, Stefanelli 8, Losco 3, Rubin, Veggo, Lain 3, Dyulgerova (p), Piva, Gl.Chiarotto, Jevremovic 5, Campagnaro, Shima (p), Pugliese 2, Rauli 3. All. Gyongyi Demeny-Andrea Andriolo.
Arbitri: Roberto Zancanella e Daniele Testa.
Commissario: Valter Fabbian.