Serie A1 Femminile, Securfox Ferrara. Sormaz graffia, ma al Pala Tacca passa Cassano.

“PALA TACCA” (CASSANO MAGNAGO) – Un doppio black out ad inizio dei due tempi costa caro alla Securfox in terra lombarda. Non basta una prova di orgoglio e coraggio per vincere l’atteso scontro diretto: Cassano gestisce al meglio il vantaggio, punisce in contropiede approfittando delle tante palle perse e festeggia vittoria e ribaltamento della differenza reti.

 

IL MATCH: Coach Carlos Britos opta per uno starting seven composto da Elisa Ferrari fra i pali, Marjiana Tanic, Stefani Petrova e Fer Marrochi sugli esterni, Chiara Ferrara e Katia Soglietti in ala ed Angelica Manfredini in pivot.

La prima rete del match è delle ospiti che trovano l’incrocio dei pali con una Tanic ispirata, poi c’è spazio solo per Cassano. Gozzi, Brogi e Barbosu suonano la carica, trascinano Cassano sul 5-1 dopo 9′ e costringono coach Britos al primo time out. Dodici minuti di abulia offensiva vengono chiusi al 14′ dalla prima rete italiana di Sormaz, entrata dalla panchina per il 5-2. Le squadre continuano a non trovare soluzioni verso la porta: al 18′ e Cobianchi a riportare le locali sul +3 (6-3) al 19′. Sormaz prende le misure e dai nove metri, in velocità, trafigge Bertolino per il -1 (7-6) al 21′. Barbosu, con una spettacolare azione personale dai sei metri prima, riporta le lombarde sul +3 (13-10) a due minuti dal temine della prima frazione di gioco, e poi fissa il parziale sul 15-11 al 30′.

Marrochi apre la ripresa con una rete bella e dall’alto coefficiente di difficoltà. Sormaz dopo la parata di Ferrari spara un missile all’incrocio per il -2 (15-13) al 32′. La terzina turca le prova tutte ma la difesa, adattatasi alla sua pericolosità perimetrale, si adegua e crea i presupposti per il nuovo allungo cassanese: Gozzi segna il +6 (massimo vantaggio sul 19-13) al 38′. Un deja vous della prima frazione di gioco che costa carissimo. A nulla serve il time out chiamato da coach Britos, Ferrara – generosamente ma commettendo troppi errori – non rientra più e a festeggiare è solo la squadra di coach Salvatore Onelli. Al 45′ Gozzi fissa il nuovo massimo vantaggio locale, dall’ala, sul +7 (21-15): è il colpo del ko; a nulla servono i reiterati tentativi di una Securfox, generosa ma nervosa, di ricucire il gap. Al “Pala Tacca” termina con il punteggio di 28-22.

 

TABELLINO

Cassano Magnago vs Securfox Ariosto Ferrara 28-22 (15-11) 

Cassano: Ferrazzi 6. Montoli, Priolo 1, Cobianchi 3, Gozzi 8, Piatti, Laita, Brogi 1, Macchi, Ponti 2, Zizzo 1, Barbosu 6, G. Milan, Bertolino, A. Milan. All. Onelli

Ariosto: Ferrari, Ferrara 4, Pavanini, Manfredini 4. Tanic 2, Janni, Vitale, Lo Biundo, Marrochi 3, Angelini, Ottani, Sormaz 6, Soglietti 3, Petrova. All. Britos

 

RISULTATI

Mezzocorona vs Padova 27-36

Erice vs Salerno 20-27

Teramo vs Mestrino 22-26

Cassano Magnago vs Securfox Ferrara 28-22

Brixen vs Casalgrande 28-24

Prato vs Pontinia 25-42

 

CLASSIFICA SERIE A1F: LASSIFICA SERIE A1F: Pontinia 26, Salerno 25, Brixen 21, Erice 20, Cassano Magnago 16, Padova 15, Casalgrande 12, Securfox Ariosto Ferrara 12, Prato 10, Mezzocorona 5, Mestrino 4, Teramo 2.